Sottopasso della Cesanella, ancora due mesi per completare l’opera

Il cantiere si protrarrà almeno fino a giugno, rallentato dallo spostamento di una tubatura inizialmente non previsto. Inevitabili code, soprattutto negli orari di maggior volume di traffico

Il cantiere per il sottopasso alla statale in zona Cesanella di Senigallia

SENIGALLIA – Il termine del 5 maggio, inizialmente previsto perché entro tale data venissero ultimati i lavori al sottopasso della Cesanella, è stato superato. E il cantiere, aperto il 3 dicembre scorso, sembra ancora molto lontano dalla conclusione dell’intervento che permetterà di bypassare in sicurezza la statale Adriatica in uno dei punti più trafficati della città.

Il cantiere rimarrà nell’area nei pressi di largo Michelangelo ancora per un paio di mesi: si è infatti reso necessario un ulteriore intervento che allungherà i tempi del cantiere. In particolare, lo spostamento di una tubatura per il trasporto del metano sta tenendo impiegati gli operai per più tempo del previsto.

In poche parole, il cantiere non si sposterà di un metro fino a giugno, di fatto continuando a occupare metà carreggiata della statale Adriatica nel raccordo tra la Cesanella e il resto della città di Senigallia. Attualmente il traffico è gestito in modo alternato da un impianto semaforico mobile, che disciplina il passaggio delle auto e dei mezzi sia di giorno che di notte. Impianto che però crea delle code, soprattutto negli orari di maggior volumi di traffico, perché posizionato proprio subito dopo la nuova rotatoria per chi viene da sud, con il rischio che anche chi deve svoltare verso l’interno della Cesanella rimanga bloccato.

Traffico e disagi in zona Cesanella
Traffico e disagi in zona Cesanella

Notevole però l’importanza che riveste la nuova opera in tema di sicurezza pedonale e ciclabile: il sottopasso permetterà di arrivare sul lungomare Mameli bypassando la statale e quindi evitando tutti quegli investimenti che si sono verificati negli anni scorsi.