Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Il sindaco Memè fa il punto su Ostra Vetere

Iniziative natalizie al via. In programma a breve anche due interventi pubblici. Come tutti i Comuni dell'hinterland, si lavora per rendere appetibile il centro dal punto di vista turistico dove sono nate nuove attività

Ostra Vetere

OSTRA VETERE- Luca Memè, ingegnere libero professionista, è stato eletto sindaco di Ostra Vetere nel 2013 con la “Lista Civica per Ostra Vetere” raggiungendo il 78% delle preferenze. Tra gli interventi realizzati nel piccolo Comune, ci sono il completamento del piano terra del Polo Museale “Terra di Montenovo”, la realizzazione della copia della statua del Traiano, il restauro del tempio di Ostra antica. Un modo per sfruttare il segmento del turismo, con una sezione dedicata sul sito del Comune.

Sindaco, può farci un bilancio del suo mandato?
«È un bilancio molto positivo soprattutto in merito alla collaborazione con gli altri comuni. Proprio riguardo alla collaborazione con gli altri comuni, entro fine anno aderiremo alla costituenda Unione dei Comuni di vallata con Senigallia, Trecastelli, Ostra, Serra de Conti, Barbara e Arcevia ed abbiamo convenzionato l’intero comune con quello di Ostra».

Qualche esempio riguardo ai lavori effettuati?
«Ci sono 700 mila euro dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per la messa in sicurezza ed adeguamento sismico della Scuola secondaria di I grado “Foscolo”, poi 660 mila dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, oltre a circa 40 mila per forniture dei materiali ed altri 65 mila per lavori da parte della Multiservizi, per il rifacimento della pavimentazione stradale del centro storico».

Sta per arrivare il Natale, quali sono le iniziative che si terranno nel comune di Ostra Vetere?
«Per il periodo natalizio si prevede l’accensione dell’albero, mercatiti solidali e soprattutto il cenone di Capodanno, appuntamento nelle grotte del centro storico molto partecipato, creato dalla nostra amministrazione».

Quali sono gli interventi pubblici in programma nei prossimi mesi?
«Il completamento di due opere: il collegamento stradale fra via dei Pioppi e via A.Rossi nella zona produttiva di Pongelli e lavori di messa in sicurezza dello sfondellamento dei solai della scuola primaria “Api” oltre all’inizio lavori della costruzione delle tombe di famiglia presso il cimitero».

Nei piccoli Comuni, la tendenza dei giovani è quella di allontanarsi, accade anche ad Ostra Vetere?
«Molto poco, c’è molto attaccamento al paese».

Avete registrato un incremento di stranieri?
«No, negli ultimi 5 anni c’è stato un decremento del 21,4% passando da 220 unità a 174».

Com’è cambiato il Comune negli ultimi anni in quanto a servizi, aperture,chiusure di negozi ecc..?
«Grazie anche agli incentivi messi a disposizione dall’amministrazione abbiamo visto nascere per la prima volta un ristorante nel centro, (mai avuto ad Ostra Vetere e molto importante per la promozione turistica) ed un Wine Bar dove è possibile mangiare. È inoltre nato un supermercato nel centro storico e una nuova pasta all’uovo. Tutte attività importanti per dare vita al centro. Non sono registrate chiusure».

Quali sono i vantaggi di vivere in un piccolo comune?
«Il principale vantaggio è la tranquillità e la quiete, basti pensare che un artista di fama mondiale a scelto di tornare a vivere ad Ostra Vetere, il principale svantaggio è la mancanza di alcuni servizi che le città offrono. Senigallia è comunque vicino e ben collegata».