Sicurezza, spaccio ed elezioni europee: gli appuntamenti con Fratelli d’Italia

Primo appuntamento il 24 aprile al San Rocco per parlare di criminalità e mafie straniere con lo zio di Pamela Mastropietro

Il gruppo di Fratelli d'Italia di Senigallia e delle Valli Misa-Nevola
Il gruppo di Fratelli d'Italia di Senigallia e delle Valli Misa-Nevola

SENIGALLIA – Prima un convegno sullo spaccio e sulle mafie “straniere” presenti nel territorio regionale e locale; poi la conferenza programmatica. Sono questi i due appuntamenti con cui Fratelli d’Italia di Senigallia e delle Valli Misa e Nevola, il partito di Giorgia Meloni recentemente riorganizzatosi con nuovi vertici e aderenti, vuole rilanciare la propria sfida politica nel territorio.

Il primo appuntamento è quello di mercoledì 24 aprile, alle ore 18 all’auditorium San Rocco dove interverranno Alessandro Meluzzi e Marco Valeri Verni. L’uno è medico psichiatra e parlamentare, ospite di numerose trasmissioni televisive; l’altro è avvocato e lo zio di Pamela Mastropietro, la 18enne romana uccisa a Macerata e poi rinvenuta in una valigia dopo essere stata fatta a pezzi. Al centro del processo ci sono tre nigeriani: due sono accusati di spaccio di droga, mentre il terzo si deve difendere anche per l’omicidio, lo scempio e l’occultamento di cadavere.

Un tema di stretta attualità quello su cui Fratelli d’Italia vuole ragionare per far sì che si accendano i riflettori anche tra i politici locali grazie all’iniziativa dal titolo: “Lotta senza quartiere alla droga e agli spacciatori nelle strade, nelle famiglie e nelle comunità straniere”: sarà l’occasione anche per capire come lo spaccio e l’uso di droghe non siano diminuiti ma passati nelle mani di gruppi di nordafricani sempre più presenti nelle piazze di spaccio italiane e delle Marche.

Il secondo appuntamento è la conferenza programmatica promossa per domenica 5 maggio, alle ore 9:30 al centro sociale Saline. Quello proposto da Fratelli d’Italia di Senigallia e delle Valli Misa-Nevola è un forum di idee per la crescita del territorio locale, regionale e nazionale, in vista delle elezioni europee di 20 giorni dopo, e aperto a tutti.