Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Serra de’ Conti, finora due positivi scoperti grazie allo screening anti covid

Soddisfatto il sindaco Letizia Perticaroli per l'iniziativa al centro sociale "L'Incontro": «Personale e volontari professionali e gentili, tanti apprezzamenti dal territorio: quando ci si unisce, le cose riescono bene»

La campagna di screening anti covid al centro sociale "L'Incontro" a Serra de' Conti
La campagna di screening anti covid al centro sociale "L'Incontro" a Serra de' Conti

SERRA DE’ CONTI – Ultimo giorno per la campagna di screening anti covid che si sta svolgendo da lunedì 11 al centro sociale “L’Incontro” a Serra de’ Conti e, contemporaneamente, anche al palasport di Senigallia. Finora con ottimi risultati sia per quanto riguarda l’organizzazione dell’iniziativa inserita nell’operazione “Marche Sicure”, sia per i numeri dei positivi scoperti, appena due nei primi giorni su quasi un migliaio di test.

A confermarlo è il sindaco di Serra de’ Conti, Letizia Perticaroli. Il primo cittadino ha parlato di un’organizzazione efficiente a tal punto che è stato possibile aumentare i test effettuati e aprire ai residenti di altri comuni, non solo dell’ambito territoriale sociale di Senigallia: al centro sociale “L’Incontro” di via Vanoni erano stati fatti confluire solo i cittadini residenti di Serra de’ Conti, Arcevia e Barbara. 

«All’inizio era previsto nella programmazione che venissero svolti i test antigenici rapidi su circa 60 persone all’ora – ha spiegato Perticaroli – poi in realtà si è riusciti a farne molti di più, anche un centinaio ogni ora. La fila scorreva talmente bene che addirittura in alcuni momenti non c’era da attendere».

Da qui la decisione di aprire anche ai residenti di Ostra Vetere e Castelleone di Suasa, in modo da alleggerire il centro test senigalliese, e poi anche agli altri paesi. «Abbiamo dato in seguito – continua il sindaco Perticaroli – disponibilità per i residenti di altri paesi e anche a chi non si era prenotato, con la possibilità di compilare il modulo di accettazione direttamente sul posto grazie ai numerosi volontari».

Le persone in attesa di effettuare il tampone durante la campagna di screening anti covid a Serra de' Conti
Le persone in attesa di effettuare il tampone durante la campagna di screening anti covid a Serra de’ Conti

«Il riscontro è stato ottimo – prosegue il primo cittadino di Serra de’ Conti – in quanto c’è stato un generale apprezzamento da tutto il territorio sul lavoro svolto da persone professionali e gentili. E questo vale sia per il personale sanitario, sia per i volontari di protezione civile, Croce Rossa, Anpas. Questo, secondo me, è il segnale che quando si uniscono le forze, quando ci si mette insieme per fare bene le cose, senza cercare alcuna primogenitura, tutto avviene senza intoppi, in maniera efficiente e soprattutto si respira un clima sereno».

Sereno è anche il clima grazie ai risultati ottenuti: nelle prime due giornate di campagna di screening solo due persone su circa un migliaio di tamponi rapidi erano positive al covid-19 e senza saperlo. Segno anche che l’iniziativa ha permesso di scovare due potenziali minacce prima che dessero origine a focolai o cluster.