Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Serra de’ Conti, contagi da covid anche nel paese della cicerchia

Il sindaco Letizia Perticaroli: «Siamo tutti invitati a rispettare quanto indicato e a mantenere i nervi saldi poiché la situazione, nel nostro comune, è monitorata in maniera costante»

Serra de' Conti, panoramica da via San Paterniano. Fonte: Comune di Serra de' Conti
Serra de' Conti, panoramica da via San Paterniano. Fonte: Comune di Serra de' Conti

SERRA DE’ CONTI – Le cattive notizie raggiungono anche il paese di Serra de’ Conti: come nei comuni limitrofi, sono presenti alcune persone positive al covid-19. A darne comunicazione è il sindaco Letizia Perticaroli che ha voluto avvisare la popolazione.

«Vista la perniciosita’ del virus, si raccomanda di evitare ogni tipo di situazione che possa permettere la diffusione del Covid-19. Per evitare il contagio – spiega il sindaco di Serra de’ Conti – è essenziale indossare sempre la mascherina, rifuggire occasioni che potrebbero prevedere assembramento e mantenere le distanze interpersonali indicate nella normativa».

Misure di contenimento semplici e osservabili da chiunque senza particolari difficoltà, eppure continuano a diffondersi comportamenti irrispettosi delle norme e soprattutto delle conseguenze per la propria e altrui salute. Alcuni cittadini, ma questo avviene a livello globale un po’ ovunque, continuano con la vita di sempre quando invece si dovrebbero evitare tanti atteggiamenti che non sono più compatibili con le restrizioni di questo periodo.

Per questo il sindaco Perticaroli rende noto che «coloro che sono stati a contatto con persone risultate positive al Coronavirus sono pregate di comunicarlo al proprio medico di famiglia, per poter avviare le procedure necessarie e arginare la pandemia».

Infine la prima cittadina di Serra De’ Conti lancia un appello: «Siamo tutti invitati a rispettare quanto indicato e a mantenere i nervi saldi poiché la situazione, nel nostro comune, è monitorata in maniera costante». Un invito valido per tutti, un «invito alla calma e alla responsabilità», oggi più prezioso che mai.