Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

“Aspettando il Senigallia Wine Festival da Caffè Ghinelli”: in alto i calici dei Vignaioli indipendenti

In degustazione anche il miglior vino bianco d'Italia, oltre alle etichette di 15 cantine aderenti all'associazione dei Vignaioli Indipendenti

SENIGALLIA – Ultima tappa del progetto “Marche, dalla Vigna alla Tavola” promosso da DiscoveryMarche con il sostegno della Regione Marche. “Aspettando il Senigallia Wine Festival da Caffè Ghinelli” è l’appuntamento in programma domenica 19 dicembre dalle ore 18 presso il Caffè Ghinelli, al Foro Annonario di Senigallia. Un’atmosfera magica, per brindare alle feste con le migliori etichette dei vini marchigiani in degustazione. Al Foro, per un richiamo simbolico alla manifestazione “Senigallia Wine Festival” nata nel 2017 per promuovere il vino della nostra terra e il bere bene, con degustazioni, laboratori e il mercato del vino. Sospesa a causa della pandemia lo scorso anno e adesso, per via delle vigenti disposizioni governative anti contagio, l’edizione 2021 è rinviata al prossimo anno. Intanto, l’associazione DiscoveryMarche non si arrende e propone un aperitivo al tramonto, in collaborazione con Slow Food e 15 Cantine del territorio aderenti alla F.i.v.i.-Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti, in attesa del main event del 2022 quando le condizioni permetteranno di stare vicini e brindare insieme in sicurezza. Le cantine che partecipano all’iniziativa sono: Tenuta San Marcello, Col di Corte, Azienda agricola Calcinara, Pantaleone Vini, Dianetti Vini, Tomassetti, Cantine Moroder, Cantina Frantoio Mazzola, Villa Bucci, Azienda Vinicola Venturi Roberto, Casaleta Vini, Marotti Campi, Cantina Vigna degli Estensi, Angeli di Varano-Vigneti e Cantina, Broccanera, Cantina Mezzanotte.

I soci di DiscoveryMarche, promotori del progetto

In degustazione tra le tantissime etichette, anche il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore 2019 di Bucci, recentemente premiato dagli esperti di Wine Enthusiast come miglior bianco al mondo 2021. Accanto ai prodotti Slowfood del presidio di Senigallia, saranno presenti anche alcuni produttori aderenti alla F.i.v.i.-Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti, l’associazione nazionale che conta 1300 soggetti su tutto il territorio orgogliosamente vignaioli: difensori del proprio terroir, impegnati nella coltivazione della propria vigna e nella raccolta delle proprie uve che vinificano autonomamente, imbottigliano nelle loro cantine dove poi vengono venduti i propri vini. All’evento collaborano anche alcune delle attività gastronomiche del Foro Annonario. 

© riproduzione riservata