Cantieri cittadini, disagi alla viabilità

Situazione difficile per il traffico in viale Bonopera e in via Raffaello Sanzio. Quasi concluso l'intervento in via S. Martino che poi diverrà ztl. Fermi i lavori allo skatepark delle Saline

Il cantiere in viale Bonopera: i lavori causano lunghe code in un punto molto trafficato di Senigallia
Il cantiere in viale Bonopera: i lavori causano lunghe code in un punto molto trafficato di Senigallia

SENIGALLIA – Si appresta alla conclusione il cantiere di via San Martino, proseguono a ritmo serrato quelli in viale Bonopera e in via R.Sanzio, mentre è praticamente fermo quello allo skatepark delle Saline.

È questa la situazione relativa ai vari interventi pubblici avviati mesi fa, tra i quali ve ne sono alcuni che rivestono una certa importanza per la città.

Da mesi è chiusa via San Martino, nel cuore del centro storico di Senigallia per l’intervento di ripavimentazione con il selciato. La strada presentava notevoli segni di usura e si era reso necessario anche un lavoro di ripristino delle condotte e dei sottoservizi.

I tempi si sono poi allungati (non di molto in verità) con la scoperta di alcuni reperti risalenti all’epoca risorgimentale e successiva: manufatti e una precedente pavimentazione che sono stati considerati dalla Soprintendenza per Beni Archeologici delle Marche meritevoli di un approfondimento ma, dopo la catalogazione, sono stati nuovamente interrati per il completamento dell’intervento sulla via.

via San Martino a Senigallia
Via San Martino a Senigallia

Via ancora chiusa al transito anche per residenti e commercianti della zona ma solo per pochi giorni: i lavori interessano ormai solo un piccolo tratto della strada e non appena sarà terminato l’intervento, un’ordinanza regolerà il traffico nella via che assumerà carattere di ztl.

Iter simile per il cantiere in viale Bonopera a fianco della stazione ferroviaria. Iniziato diversi mesi fa con l’abbattimento delle piante (alcune delle quali malate o a rischio crolli sulle auto sottostanti), i lavori non erano ripartiti subito. Da alcune settimane invece, c’è molto movimento nell’area a ridosso del centro storico e di notevole importanza per la viabilità cittadina, nonché per il trasporto pubblico locale.

Ampliato il marciapiede in viale Bonopera a Senigallia
Ampliato il marciapiede in viale Bonopera a Senigallia

Anche qui dopo le verifiche archeologiche, il cantiere è ripartito senza troppe interruzioni, tanto che è già stato realizzato l’ampliamento del marciapiede lato Rocca roveresca e ultimato l’intervento al collettore fognario.

Ora si passerà alla realizzazione dei parcheggi, circa 60 stalli per auto, a servizio dei cittadini che si recano in centro o alla stazione Fs. Grazie allo stanziamento di risorse di bilancio e a un contributo regionale, saranno installate anche le colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici.

I lavori per il sottopasso alla Cesanella di Senigallia
I lavori per il sottopasso alla Cesanella di Senigallia

Prosegue a ritmo serrato anche l’intervento alla Cesanella, quartiere a nord della città di Senigallia, dove è in via di realizzazione il sottopasso ciclopedonale. L’opera consentirà l’attraversamento in sicurezza della Statale Adriatica e il termine del cantiere è previsto per i primi giorni di maggio 2019. Nel frattempo però ci sono notevoli disagi per quanto riguarda la viabilità in zona: il cantiere occupa metà carreggiata stradale, costringendo temporaneamente gli automobilisti ad attendere davanti a un impianto semaforico installato per l’occasione. Non solo negli orari di punta si verificano lunghe code in entrambe le direzioni.

Fermo invece il cantiere per la riqualificazione della pista di pattinaggio in via dei Gerani, zona Saline, e la sua trasformazione in uno skate park di rilievo per l’intera regione. Grazie a un primo stanziamento da 50mila euro di fondi dell’ente di via Raffaello, è stato possibile realizzare le nuove rampe e diversificare gli ostacoli. La struttura vedrà però un secondo step di lavori (con un secondo finanziamento regionale di uguale importo) per rinnovare tutti gli accessori presenti attualmente, rivedere alcune questioni relative all’illuminazione pubblica e alla sicurezza. Proprio su questo punto c’è stato un certo dibattito in città poiché la struttura – pur non essendo stata ultimata – era già in uso da parte di giovani e giovanissimi. Un problema che ha fatto scattare Comune e ditte con la sistemazione della recinzione e delle reti da cantiere per delimitare meglio l’area: non sarà pronta prima della fine dell’anno, ma quando verrà aperta, avrà tutte le caratteristiche di una struttura federale di riferimento regionale, con la possibilità quindi di accogliere eventi sportivi, corsi e manifestazioni.