Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport 2019: a Senigallia oltre 300 velisti

Al via nel segno dell’ambiente una delle più importanti regate di settore: gli atleti avranno borracce e lunch bag plastic free per sensibilizzare i giovani sul tema della riduzione delle plastica

Barca a vela, sport in diffusione tra i giovani
Barca a vela, sport in diffusione tra i giovani

SENIGALLIA – La spiaggia di velluto si appresta a ospitare il Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport 2019, una competizione nazionale che vedrà sfidarsi oltre 300 velisti provenienti da tutta Italia. Si tratta di una delle più importanti serie di regate della Classe Optimist, che l’amministrazione comunale ha voluto presentare affiancandola a un’altra iniziativa, stavolta in chiave ecologista.

Sabato 6 e domenica 7 aprile il cospicuo numero di atleti verrà infatti dotato di una borraccia che sostituirà le bottigliette di plastica, così come di una lunch bag per aderire in pieno alle campagne ambientaliste “plastic free”. Inoltre, proprio per limitare la diffusione di bottiglie, nella darsena turistica saranno allestiti due erogatori di acqua di Gorgovivo.

La parola d’ordine è infatti niente plastica in mare. Borracce e lunch bag diventeranno quindi un modo per educare i giovani atleti e sensibilizzare anche gli adulti a evitare la diffusione di plastiche soprattutto (ma non solo) in mare e, al contempo, di favorire quelle buone pratiche che dovrebbero divenire quotidiane a tutti.

Presentate a Senigallia le iniziative plastic free durante il trofeo Kinder + sport 2019
Presentate a Senigallia le iniziative plastic free durante il trofeo Kinder + sport 2019

Un modo intelligente per coniugare dunque attività sportiva e destagionalizzazione turistica, passione per il mare e attenzione all’ambiente. Il Trofeo Optimist Italia Kinder+Sport 2019 dunque diventerà un’ottima occasione non solo per aprire la stagione turistico-sportiva senigalliese, ma anche per promuovere a livello nazionale una buona pratica che dalla spiaggia di velluto ha mosso i primi passi, assieme a pochissime altre città in Italia.