Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Senigallia, ultimo saluto all’imprenditore Giancarlo Cacciani

Sia l'amministrazione comunale attuale che l'ex sindaco Mangialardi hanno voluto ricordare «un grande imprenditore che ha saputo lasciare un segno forte e positivo nella storia economica e sociale di Senigallia»

Comune di Senigallia: il municipio
Comune di Senigallia: il municipio

SENIGALLIA – Si è tenuto oggi, martedì 15 l’ultimo saluto all’imprenditore Giancarlo Cacciani, il titolare della Calcestruzzi Senigallia scomparso domenica 13 dicembre all’ospedale cittadino. Un uomo che ha lasciato dietro di sé una scia di stima in tante persone che con lui, a vario titolo, hanno collaborato. Stima che, in occasione della sua scomparsa, ha fatto spazio a un profondo cordoglio testimoniato sia dall’amministrazione comunale senigalliese che dall’ex sindaco Maurizio Mangialardi.

«Con Giancarlo Cacciani scompare un operatore economico dinamico e lungimirante – rende noto l’amministrazione comunale di Senigallia che esprime così il proprio cordoglio per la scomparsa dell’imprenditore – profondamente radicato nella nostra comunità, che attraverso la sua attività professionale ha saputo sempre fornire un contributo importante alla crescita economica».

Maurizio Mangialardi
Maurizio Mangialardi

Non solo gli amministratori attuali hanno voluto rendergli onore, ma anche l’ex primo cittadino di Senigallia, Maurizio Mangialardi, è voluto intervenire per affermare che «con Giancarlo Cacciani scompare un grande imprenditore che ha saputo lasciare un segno forte e positivo nella storia economica e sociale di Senigallia. In più di un’occasione, durante il mio mandato da sindaco, ho avuto il privilegio di confrontarmi con lui su progetti volti a riqualificare la città, sia dal punto di vista urbanistico che della viabilità, riscontrando sempre non solo grande professionalità e competenza, ma anche attenzione e volontà di contribuire concretamente alla risoluzione dei problemi del territorio. Certo che il suo insegnamento costituirà una solida base per dare continuità a quanto ha saputo creare nel corso della sua vita professionale, porgo al figlio Daniele, alla famiglia e a tutti i dipendenti della Calcestruzzi Senigallia il mio più sincero cordoglio».