Sottopasso alla Cesanella, pochi giorni per completare i lavori

Entro luglio il cantiere dovrebbe sparire, ma intanto ha ridotto l'area di ingombro sulla statale ed eliminato il semaforo mobile: meno disagi dunque in attesa del completamento dell'opera

Ridotta l'area del cantiere per il sottopasso alla Cesanella di Senigallia, via il semaforo mobile
Ridotta l'area del cantiere per il sottopasso alla Cesanella di Senigallia, via il semaforo mobile

SENIGALLIA – Finalmente la luce alla fine del… sottopasso! Procedono più spediti in questo periodo i lavori alla Cesanella, per la realizzazione dell’opera ciclopedonale che consentirà di attraversare la statale 16 “Adriatica” in tutta sicurezza. Il cantiere ha infatti ridotto l’area di ingombro, eliminando il semaforo mobile che creava molti disagi al traffico in zona.

L’intervento era partito a inizio dicembre 2018 e si sarebbe dovuto concludere a maggio scorso. Alcuni intoppi, come quelli emersi con lo spostamento di una tubatura, hanno causato lo slittamento della fine dei lavori, ma finalmente si inizia a intravederne il termine.

Fino a due giorni fa, infatti, sulla statale Adriatica (che prende il nome di via Sanzio) nel tratto a ridosso del piazzale Michelangelo era presente un semaforo mobile per la gestione viaria, ora tolto perché il cantiere occupa una porzione più ristretta di carreggiata. I lavori per il sottopasso stanno volgendo al termine, come confermato dall’amministrazione comunale: se non ci sono intoppi dovrebbero terminare entro luglio.

Ancora pochi giorni dunque di disagi per i residenti della Cesanella, che potranno poi usufruire di un’importante opera: importante soprattutto perché il nuovo sottopasso eviterà incidenti e investimenti, anche mortali, che si sono verificati negli anni passati. L’intervento segue quello effettuato per migliorare la viabilità con la rotatoria di accesso e uscita dal quartiere e sarà completato poi con il prolungamento della pista ciclabile che dal Molinello arriva fino alla zona nord di Senigallia, collegandosi ovviamente al lungomare Mameli dove verrà eliminata una fila di parcheggi sul lato mare per fare posto a un’altra pista ciclabile fino al Cesano. In cantiere però c’è l’idea di progettare anche un’alternativa ciclabile che passi in mezzo al popoloso quartiere della Cesanella, probabilmente in via Canaletto, per poi ricongiungersi in zona Cesano e rientrare nella famosa ciclovia Adriatica.