Senigallia, niente riqualificazione per viale IV Novembre

Il primo cittadino Mangialardi risponde alle lamentele di un residente: «Il bilancio comunale non permette lavori in tempi brevi. Per ora saranno altre le zone di passeggiata e di sicura percorrenza per pedoni e ciclisti»

Un tratto di viale IV Novembre a Senigallia
Un tratto di viale IV Novembre a Senigallia

SENIGALLIA – La tanto sperata riqualificazione di viale IV Novembre, uno degli assi viari principali della città, rimarrà solo un progetto. Ad ammetterlo è lo stesso sindaco Maurizio Mangialardi, rispondendo a un cittadino da poco trasferitosi in città, il quale evidenziava la pericolosità della strada che collega l’entroterra e il casello dell’A14 con il centro storico e il lungomare senigalliese.

«Mia moglie ha avuto una grave distorsione alla caviglia a causa del pessimo stato del marciapiede sotto casa nostra» ha spiegato al sindaco un residente che continua segnalando «l’assenza del marciapiede in tutto il resto della via, in entrambi i lati, anche davanti al liceo (scientifico E.Medi, Ndr), dove le macchine parcheggiano a piacere di giorno e di notte anche se c’è il divieto di sosta. Di conseguenza noi pedoni, inclusi bambini come mia figlia di 5 anni, studenti del liceo, anziani, siamo tutti costretti a passare in mezzo alla strada tra le macchine, cosa che ritengo molto pericolosa. Abbiamo scelto Senigallia, proprio per il fatto di essere una città dove si può camminare tranquillamente e passeggiare con la famiglia».

Il sindaco Mangialardi, dispiaciuto per l’episodio occorso alla donna, ha detto di condividere la necessità di un «progetto di riqualificazione complessivo che però al momento il bilancio comunale non permette di prevedere in tempi brevi».

Viale IV Novembre è una strada molto trafficata poiché, oltre alle abitazioni e al liceo scientifico, è l’asse di collegamento della parte ovest con quella est della città, la via principale che raggiunge il centro cittadino e il lungomare, permettendo l’ingresso a Senigallia a tutti coloro che provengono dall’entroterra o dal casello autostradale. Però è anche una via stretta, in cui le alberature presenti che caratterizzano e abbelliscono la zona sono di ostacolo sia per l’allargamento della carreggiata sia per l’annosa questione dei parcheggi. Insomma una soluzione immediata alle problematiche dell’area non c’è, anche se, dove era possibile, il Comune è intervenuto con il rifacimento dei camminamenti pedonali.

«Un possibile progetto di riqualificazione di viale IV Novembre al momento non può che fermarsi, per i motivi che le dicevo, ad uno stadio progettuale: dovranno quindi rimanere principalmente altre le zone di passeggiata e di facile e sicura percorrenza per pedoni e ciclisti».