Senigallia, rifiuti abbandonati nel fossato

Ancora una segnalazione per materiali di vario genere gettati lungo un canale di scolo delle acque, in un'area commerciale di via Cellini, che poi finisce in mare. Una pessima abitudine tutt'altro che persa

Rifiuti abbandonati lungo un fossato a Senigallia
Rifiuti abbandonati lungo un fossato a Senigallia

SENIGALLIA – Ancora segnalazioni di abbandono di rifiuti lungo i fossi cittadini e nelle aree marginali della città. Le fotografie riguardano uno dei canali minori per lo scolo delle acque che finiscono nel fosso della Giustizia, passando dietro il supermercato Eurospin di via Cellini. E svelano una cattiva abitudine che va avanti da tanti mesi.

Si tratta di un’area praticamente nascosta dietro alcuni esercizi commerciali e stretti tra questi e la complanare (bretella nord). Il canale raccoglie le acque piovane e di scolo della collina di Scapezzano e porta verso il fosso della Giustizia (e da qui al mare) numerosi rifiuti.

La presenza di questi rifiuti di vario genere – cartacce, bottiglie, scarti di lavorazioni edilizie, persino sedie da ufficio – è testimoniata da alcune foto ma la prima segnalazione che ci era giunta risaliva agli inizi di settembre. Forse una discarica abusiva? si chiedeva ironicamente il nostro lettore che sottolinea però una cattiva consuetudine: quella di non prestare attenzione alle conseguenze ambientali ed economiche di ogni nostro gesto, anche il più piccolo.

Rifiuti abbandonati lungo un fossato a Senigallia
Rifiuti abbandonati lungo un fossato a Senigallia