Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Senigallia, raffica di multe nel lungo weekend di Pasqua

Una ventina i provvedimenti per spostamenti non consentiti o assembramenti sia a Senigallia che negli altri comuni della vallata. Chiuso un locale per cinque giorni

I controlli dei carabinieri a Senigallia
I controlli dei carabinieri a Senigallia

SENIGALLIA – Si è chiuso un lungo weekend festivo grazie al periodo pasquale che ha visto riversarsi per le strade e nei parchi una notevole quantità di persone. Una situazione che non si è verificata solo sulla spiaggia Senigallia dove anzi il vento ha limitato un po’ il passeggio, ma in tutti i comuni della vallata, tanto da far scattare diversi controlli per violazione delle norme anti covid e anti assembramento.

Dal 1 aprile fino a ieri, 5 aprile, sono state 19 solo le sanzioni elevate dai carabinieri della compagnia di Senigallia per quanto riguarda proprio le norme anti covid. Una ventina di multe che hanno interessato la spiaggia di velluto, Trecastelli, Ostra e Corinaldo.

I primi controlli sono stati svolti proprio giovedì 1° aprile quando sono stati visti, controllati e multati quattro clienti che erano in un bar del centro storico di Senigallia. Il locale doveva essere aperto solo per l’asporto, eppure gli avventori sono stati trovati intenti a consumare cibo all’interno. I quattro uomini, tutti di mezza età, sono stati quindi sanzionati per la violazione delle norme anti covid. Provvedimento anche per il titolare del bar, forzatamente chiuso per cinque giorni, cioè fino a oggi, martedì 6 aprile, compreso.

Sempre il 1° aprile era stato richiesto l’intervento dei carabinieri in una casa di Corinaldo: oltre all’uomo che vi abita, all’interno vi erano anche altre due persone residenti a San Sepolcro (Arezzo) che non avevano alcun motivo per giustificare lo spostamento. Mentre i due ospiti sono stati sanzionati per la violazione delle norme anti covid, il proprietario dell’abitazione è stato segnalato alla Prefettura di Ancona come assuntore di stupefacenti, dato che i militari hanno anche trovato 1,5 grammi di anfetamina.

Altro intervento dei carabinieri è stato quello durante la notte di Pasqua, tra sabato 3 e domenica 4 aprile: in un’abitazione di Ostra, intorno all’una e mezzo di notte, sono stati trovati cinque giovani. Solo uno di loro vi abitava, gli altri quattro – anch’essi di Ostra – erano all’interno senza un giustificato motivo. Il che ha fatto scattare la multa per tutti i ventenni, per l’assembramento in violazione delle norme anti covid.

Complici le condizioni meteo favorevoli, in tanti hanno scelto di passare la giornata di Pasqua e pasquetta fuori dalle mura domestiche: gli assembramenti, gli spostamenti non consentiti e il mancato utilizzo dei dispositivi di protezione individuale (le mascherine) registrati a Senigallia e Trecastelli sono stati sanzionati con sei multe da 400 euro ciascuna. E i controlli non si fermeranno: nonostante l’entrata delle Marche in fascia arancione da oggi, 6 aprile, sono diverse le attività non consentite, come il consumo di cibi e bevande all’interno e nei pressi di bar e ristoranti. Per queste imprese è consentito infatti solo l’asporto. Rimane ancora valido il coprifuoco dalle 22 alle 5.