A Primavera sbocciano i libri, la rassegna racconta la Resistenza

Il tema della memoria della Resistenza, al centro del doppio appuntamento di giovedì 27 e venerdì 28 alla Biblioteca Comunale Antonelliana di Senigallia

La memoria che resta

SENIGALLIA- Napoli e Milano sono protagoniste del doppio appuntamento alla Biblioteca Comunale Antonelliana per la rassegna “A Primavera sbocciano i libri” e per approfondire il tema della Resistenza.

Giovedì 27 marzo alle ore 17.30, presso la sala delle conferenze per l’incontro organizzato dalla Libreria UBIK, sarà presente Andrej Longo, che racconterà la Napoli contraddittoria e amara del suo splendido “L’altra madre”.

Venerdì 28 alle ore 17, verrà proiettato il docu-film “La Memoria che resta” di Francesca La Mantia. Un omaggio alla memoria storica di Milano, città Medaglia d’Oro della Resistenza, di fronte al nuovo dilagare dei fascismi e delle intolleranze.

Si parla in modo inedito di persecuzione e deportazione politica, di scioperi nelle fabbriche, della vita quotidiana a scuola, del giuramento di fedeltà al fascismo imposto agli insegnanti, della strage dei bambini di Gorla, dei bombardamenti americani, dell’Armistizio del ’43, dei giorni della Liberazione, di ciò che accadde in Piazzale Loreto.

Uomini e donne intensi, ricordano con voce pacata e forte che: «era importante lottare e soffrire e magari morire per la conquista di un bene comune, la libertà, la pace, la democrazia». Il docufilm narra la memoria attraverso l’esperienza diretta dei protagonisti. Con delicatezza Francesca La Mantia, 32 anni, è docente di latino e italiano, sceneggiatrice e regista, ricordando i troppi che non sono tornati, lascia spazio alle parole di: Franco Loi, Luigi Pestalozza, Sergio Violante, Dina Croci, Francesca Laura Wronowska, nipote di Giacomo Matteotti, Claudia Ruggierini che con Elio Vittorini si barricò nell’edificio del Corriere della Sera all’alba del 25 aprile, Antonietta Romano Bramo, Raffaella Lorenzi, Pierfranco Vitale, Savinio Frascati, Fausto Rebecchi, Maria Luisa Rumi, Giancarlo Novara, Graziella Ghisalberti, Roberto Kasman, Filippo Davis, Giuseppe Valota, Milena Bracesco, Sergio Temolo, Lydia Buticchi.

.