Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Disagi al porto di Senigallia, altro incontro per una risoluzione

Disservizi, questione travel lift e fermo del distributore di benzina. L'Amministrazione si è impegnata in una nuova riunione con la Lega Navale, il Club nautico e il Tuna Club

Il porto di Senigallia
Il porto di Senigallia

SENIGALLIA- L’Amministrazione comunale rassicura i diportisti con un’altra riunione, fissata per questa mattina 17 febbraio, per risolvere le problematiche del porto, già discusse la scorsa settimana con Maurizio Memè.

Il vice sindaco, il 13 febbraio, infatti ha incontrato una delegazione di diportisti aveva incontrato per trattare i disagi che riguardano il travel lift e il fermo del distributore di benzina: «L’Amministrazione comunale, nella persona del vicesindaco Maurizio Memè, ha incontrato i presidenti della Lega Navale, del Club Nautico e del Tuna Club per fare il punto sulle problematiche del porto. Presente anche l’amministratore unico di Gestiport Marcello Mariani – spiegano -. In particolare, sono state approfondite due principali questioni, quella della riattivazione del travel lift e quella del regolare funzionamento del distributore di carburanti nel porto turistico».

Per quanto concerne il travel lift, di competenza di Gestiport, società che gestisce porto di Senigallia e di cui il Comune detiene la maggioranza, Mariani si è impegnato a trovare una soluzione tecnica per la messa a norma della struttura che garantisca l’attuale portata, al fine di ricevere la certificazione necessaria a renderlo nuovamente utilizzabile. In merito al distributore, invece, Memè ha informato i presenti che è in corso l’iter per l’assegnazione della concessione alla società Minardi Petroli, che ne ha fatto richiesta.

Dallo scorso novembre la Gestiport, dopo due anni di liquidazione, è in alienazione. Una situazione giuridica che complica il reperimento dei finanziamenti per sopperire ai disagi. Il 29 febbraio scade il termine per il pagamento degli ormeggi rimasto invariato nonostante i disservizi.