Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Didattica e formazione innovative al Panzini di Senigallia: ecco il progetto Open

Per sette giorni gli studenti dell'istituto alberghiero saranno protagonisti di numerosi eventi e sfide con i giovani di tutta Italia. Lanciata una borsa di studio con testimonial Uliassi

SENIGALLIA – Palapanzini gremito stamattina, giovedì 28 novembre, per la presentazione del progetto Open. Oltre a tantissimi studenti, molti rappresentanti del mondo istituzionale, dello sport e della scuola sono stati presenti al debutto di un’iniziativa che vedrà i giovani protagonisti di sette giorni di eventi didattici e formativi con delegazioni delle varie regioni d’Italia e dalle scuole europee gemellate con la città di Senigallia e con l’Istituto “A. Panzini”.

Prima c’è stato il saluto del dirigente scolastico Alessandro Impoco che ha presentato il progetto: «Open si presenta come un’idea rivoluzionaria e all’avanguardia, dunque un’innovazione culturale che modificherà per sempre il modo di fare e concepire la scuola italiana». Open abbraccia infatti una molteplicità di tematiche suggerite dall’Agenda Europa 2030: dai temi dell’istruzione allo sviluppo sostenibile, dal turismo all’educazione all’imprenditorialità, certificando tutte le competenze trasversali promosse dal Consiglio d’Europa con la Raccomandazione 2018 relativamente alle competenze chiave per l’apprendimento permanente.

Oltre a lui, sono intervenuti il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi e il direttore generale dell’ufficio scolastico regionale Marco Ugo Filisetti. «Voi non siete il futuro, come si dice sempre retoricamente, voi siete il presente che cambierà il futuro della nostra Nazione. Protagonisti adesso – ha detto Ceriscioli – , attivi e partecipi della vita della comunità. Questo progetto è straordinario ancor più perché ne siete creatori e protagonisti voi e la vostra volontà di affermarvi mettendo creatività, forte motivazione e nuove energie. La Regione vuole essere vicino a chi si propone con queste caratteristiche per migliorare anche il sistema didattico ma anche quello dell’accoglienza. Open significa essere aperti al coinvolgimento di tutti e vogliamo sostenere questo tipo di progetti che vanno nella direzione di valorizzare il settore dell’ospitalità».

Alla presentazione dell’innovativo progetto Open non c’erano però solo le istituzioni: anche la pongista senigalliese Sabrina Moretti, esempio per gli studenti di determinazione ed impegno, il presidente regionale della scherma Stefano Angelelli, il presidente regionale cuochi Marche Luca Santini e il consigliere Walter Borsini hanno voluto portare i propri saluti e testimonianze ai giovani. Sono loro infatti la parte attiva di questo progetto che si concretizzerà il maggio prossimo in 5 cucine, 4 bar, 10 aule dedicate, 2 sale conferenze, 5 laboratori didattici, 2 Hall dell’istituto alberghiero senigalliese: seguiranno la logistica degli eventi formativi, assistendo e supportando gli studenti arrivati da tutta Italia, gestiranno i regolamenti, faranno parte delle giurie delle varie sfide tra le squadre di ogni regione, da 15 alunni ciascuna, su cucina, sala/bar, accoglienza turistica, dolciaria, sport, lingue, medicina e alimentazione e tanto altro.

Tra le altre iniziative comprese nel piano formativo di Open è stato presentato anche il premio borsa di studio “Piccolo Mozart della cucina”, dedicato a Michele Baron da parte della mamma Ida Farnelli e dal papà Andrea Baron. Testimonial e garante del premio, che permetterà ai più meritevoli stage nei più importanti locali della ristorazione, lo chef tristellato Mauro Uliassi.

Alcuni momenti della presentazione del progetto Open.