Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Senigallia: con l’inizio di giugno viene riattivato il servizio di salvamento

Discussa in consiglio la variazione di bilancio relativa al servizio di salvataggio che non verrà interrotto né verranno ridotti in bagnini operativi durante l'orario di pranzo (13-15)

Salvamento, il servizio di salvataggio in mare svolto durante l'estate
Salvamento, il servizio di salvataggio in mare svolto durante l'estate

SENIGALLIA – Il prossimo fine settimana, che inizia con la festa della Repubblica, sarà anche il primo weekend dell’anno con il servizio di salvamento attivo. Da sabato 2 giugno tornano infatti i bagnini di salvataggio, quest’anno con una novità che riguarda l’orario nel mese centrale dell’estate.

Se n’è parlato nel consiglio comunale di Senigallia di mercoledì 30 maggio: durante la discussione sulla variazione del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2018-2020 sono state spiegate le novità riguardanti un servizio indispensabile per la sicurezza dei bagnanti, siano essi bambini e giovani senigalliesi o anziani turisti (le due categorie più a rischio).

Il salvataggio in mare (sorveglianza in acqua con un operatore su un pattino a remi rosso) e a terra (dalla torretta) notoriamente viene svolto dalle 10 alle 18. Durante la pausa pranzo, però, dalle 13 alle 15, è attiva circa la metà dei bagnini. Fino al 19 luglio 2018.

Salvamento, il servizio di salvataggio in mare svolto durante l'estate anche a Senigallia
Salvamento, il servizio di salvataggio in mare svolto durante l’estate anche a Senigallia

Dal 20 luglio fino al 26 agosto, infatti, il servizio di salvamento sarà garantito dalle 10 alle 18 senza interruzioni né riduzioni dei bagnini attivi durante gli orari centrali, quelli del pranzo.

«Finora – ha spiegato l’assessore alle risorse finanziarie e al bilancio Gennaro Campanile – i comuni non erano obbligati a garantire il servizio di salvamento nella fascia oraria 13-15, ora lo sono, per cui siamo costretti a mettere in atto una variazione nel capitolo relativo in bilancio per 28.800 euro».