Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Senigallia e Roma in lutto per la scomparsa di Fiorella Ruvio

Due comunità rattristate per la morte della fisioterapista sessantenne: carattere gentile e grande amore verso gli animali. I colleghi della capitale: «Vivi e vivrai sempre nei nostri cuori»

Fiorella Ruvio
Fiorella Ruvio

SENIGALLIA – Due comunità in lutto per la scomparsa di Fiorella Ruvio, morta due giorni fa per un arresto cardiaco. La donna, 60enne, che aveva lavorato a Roma per tanti anni, da tempo era tornata a vivere a Senigallia. Mercoledì 15 aprile il malore che le è costato la vita: inutile il tentativo di chiamare i soccorsi.

In tanti la conoscevano per il suo carattere gentile, l’affetto per il fratello e l’amore per gli animali. Per anni aveva prestato servizio come fisioterapista presso due centri nella capitale. I colleghi di Fiorella Ruvio hanno voluto postare un ricordo e i loro cordoglio sulla sua pagina facebook: «Tutti i tuoi amici e colleghi di lavoro di Roma sono distrutti dal dolore, sei stata una persona meravigliosa e tutti i tuoi pazienti ti hanno sempre amata. Vivi e vivrai sempre nei nostri ricordi e nei nostri cuori» scrive Laura.

La stessa pagina in cui si sono moltiplicati i messaggi di vicinanza al fratello e ai cugini. Ha voluto condividere un ricordo anche Francesca Libardi, presidente dell’associazione “Cuori Pelosi di Senigallia e dintorni” che si occupa della tutela e dell’adozione degli animali nel canile sanitario di via Arceviese, dove è presente anche una zona riservata ai mici. «Fiorella Ruvio era una bravissima persona, dolcissima, delicata. Aveva adottato tre gatti negli anni dalla struttura dove facciamo volontariato – spiega Libardi – e, assieme al fratello anche lui molto amante degli animali, avevano anche preso un cane facendolo arrivare dal sud, tramite una staffetta di volontari. Era molto brava con gli animali. Mi dispiace tantissimo».