Permaflex sconti fino al 50% Casa del Materasso Jesi
Permaflex sconti fino al 50% Casa del Materasso Jesi
Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Senigallia, a due mesi dall’alluvione l’ambiente è sempre più al centro del dibattito cittadino

Tre diverse iniziative per parlare di fiume, alberi, acqua, siccità, rifiuti e territorio, tra esigenze di tutela, convivenza e valorizzazione. Ecco quando e dove si terranno

La piena del fiume Misa in centro storico a Senigallia, 16 settembre 2022
La piena del fiume Misa in centro storico a Senigallia, 16 settembre 2022

SENIGALLIA – A due mesi e mezzo dalla terribile alluvione che ha devastato la spiaggia di velluto e gli altri comuni della vallata Misa e Nevola causando morti e danni, si torna a parlare di ambiente. Un tema molto sentito non solo dalla cittadinanza alluvionata ma anche da quella parte della città che, seppur non danneggiata, è stata indirettamente colpita da ripercussioni economiche, sociali e viarie.

L’ambiente e il verde saranno al centro di una serie di incontri promossi dall’amministrazione comunale. A darne notizia è l’assessora Elena Campagnolo che sta promuovendo le iniziative che toccheranno la gestione degli alberi nelle città, il progetto dune per quanto riguarda la spiaggia e la tutela del litorale, il ciclo dei rifiuti, l’uso e la corretta gestione dell’acqua e delle risorse idriche per non soccombere di fronte a situazioni di siccità sempre più frequenti, api e apicoltura. Il primo di questi incontri si terrà giovedì 1° dicembre, alle ore 18, alla rotonda a mare di Senigallia (ingresso libero): interverranno Alberto Minelli (ricercatore nel campo della progettazione del verde all’università di Bologna – dipartimento di scienze e tecnologie agro alimentari) e Valeria Vignoli dell’ufficio verde del Comune di Senigallia per parlare della gestione delle alberature tra scienza, ricerca e sostenibilità.

Stesso giorno ma a partire dalle ore 16 all’auditorium san Rocco in piazza Garibaldi si terrà invece un’altra interessante iniziativa nell’ambito della Settimana della terra (decima edizione) e verterà sui pericoli geologici nella media e bassa valle del fiume Misa e la pianificazione territoriale. La conferenza vedrà una presentazione della “Settimana del Pianeta Terra” a cura di Marcello Principi e i saluti del sindaco di Senigallia, Massimo Olivetti, dell’assessore regionale alla difesa del suolo e alla pianificazione urbanistica e territoriale, Stefano Aguzzi, e dell’assessore all’ambiente del Comune di Serra de’ Conti, Pieramelio Baldelli. La prima parte si concentrerà sui pericoli che riguardano il territorio senigalliese, dall’alluvione alla siccità passando per i piani di adattamento delle città rivierasche ai cambiamenti climatici fino alla riduzione del rischio idrogeologico nella vallata Misa Nevola, alla sismicità dell’area e dei centri storici per toccare anche la sequenza di terremoti che ancora oggi stanno causando preoccupazione tra le persone.
La seconda parte si concentrerà invece sulle risorse naturali e sulla loro valorizzazione attraverso due proposte: il parco fluviale e l’oasi di san Gaudenzio.

I due incontri saranno infine preceduti mercoledì 30 novembre, alle ore 19:30, presso la sede di via Nazario Sauro 18, da un’iniziativa promossa dall’organizzazione di volontariato “Brigate Volontarie per l’Emergenza Marche” e dall’associazione “Factory Zero Zero”, in collaborazione con “Reseda Onlus” e “Riforestiamo Marche”. Sarà la presentazione del nuovo progetto “Riforestiamo Senigallia”, un’occasione molto utile per riflettere sui continui cambiamenti climatici che stanno riguardando la nostra contemporaneità. Sarà anche di fatto la prima “puntata” di un corso sulla cura del territorio e del patrimonio ecologico attraverso la spiegazione di varie pratiche di riforestazione. In totale le lezioni saranno 8, una volta alla settimana. L’iscrizione è totalmente gratuita. «L’obiettivo è – spiegano gli organizzatori – chiaramente quello di creare un progetto di comunità partecipato, così da sensibilizzare e formare chiunque fosse interessato». Per iscriversi basterà presentarsi in sede, oppure mandare un messaggio ai seguenti numeri: 353 418 3476 / 334 326 8591. 

agrturismo il gelso fabriano