Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Degustazioni e tradizione a Senigallia. Al via la rassegna “Incontriamoci d’estate”

Inizierà il 9 agosto con la "Colazione Marchigiana" il ciclo di incontri gratuiti promosso da Trevalli Cooperlat per far conoscere a marchigiani e turisti il gusto e il racconto legati a grandi prodotti simbolo della regione Marche. Ecco il programma della kermesse

SENIGALLIA – In partenza la rassegna “Incontriamoci d’estate”, il ciclo di incontri gratuiti promosso da Trevalli Cooperlat per far conoscere a marchigiani e turisti, il gusto e il racconto legati a grandi prodotti simbolo della regione Marche.

Si parte con un’eccellenza “quotidiana”, il Latte Alta Qualità QM che, venerdì 9 agosto, alle ore 10, ai bagni Armando 98 (lungomare Dante Alighieri) regalerà tutto il sapore della “Colazione Marchigiana”.

Incontramoci d’estate

Cerimonieri della mattinata saranno Paolo Cesaretti, brand manager di Trevalli Cooperlat e Gianfranco Scatolini, presidente della cooperativa Il Biroccio – Pane e Dolci (dal 1970 di Filottrano) a cui spetterà il compito di raccontare le ricette e i valori nutrizionali di tutto il buono che sarà servito ai bagnanti: paste del batte, biscotti con uvetta, paste con cacao e mandorle.

Cesaretti e Scatolini

A “sfornare” caffè sarà la ciclopica moka da 24 porzioni, usata per preparare il caffè d’orzo. Protagonista assoluto della mattinata sarà però il latte Alta Qualità QM (Qualità Marche), un prodotto 100% marchigiano, sottoposto al solo processo di pastorizzazione tradizionale, per conservare tutte le sue caratteristiche nutrizionali e il suo gusto naturale.

 

Si prosegue poi martedì 13 agosto, ore 17, ai Bagni Sandra 32 (Lungomare Mameli di Senigallia) con la degustazione di Mozzarella STG – Specialità Tradizionale Garantita, prodotto fresco a pasta filata realizzato con latte vaccino selezionato 100% Italiano nell’area dei Monti Sibillini.

Incontriamoci d’estate

Si conclude martedì 20 agosto, sempre alle 17, ancora una volta ai Bagni Sandra che ospiteranno la degustazione e il racconto della storia e del gusto della Casciotta d’Urbino Dop, la prima Denominaziona casearia d’Italia che cela, nel suo passato, una appassionata storia d’amore tra Michelangelo Buonarroti e il cacio che a lui veniva spedito a Roma dal suo fido domestico Francesco Amadori detto “l’Urbino”.

Le degustazioni casearie del 13 e 20 agosto saranno guidate dal sommelier ed enogastronomo Sauro Boria.