Fuori tutto Casa del Materasso Ancona Jesi
Fuori tutto Casa del Materasso Ancona Jesi
Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

XC60 B4 (D) Mild Hybrid Offerta leasing per clienti Privati e Imprese Pieralisi Jesi
XC60 B4 (D) Mild Hybrid Offerta leasing per clienti Privati e Imprese Pieralisi Jesi

Il senigalliese Davide Conti è il nuovo delegato di Coldiretti Giovani Impresa Ancona

Da Corinaldo, dove lavora il predecessore Orciari, la presidenza rimane in Valmisa. Conti, infatti, ha avviato la sua azienda a Scapezzano di Senigallia nel 2017

Conti, a sinistra, con il direttore Frau e il predecessore Orciari

SENIGALLIA – Si chiama Davide Conti, ha 26 anni ed è il nuovo delegato per la provincia di Ancona di Coldiretti Giovani Impresa. Davide, come deciso dall’assemblea dei soci che si è tenuta alla presenza del direttore regionale Alberto Frau, succede dunque a Simone Orciari alla guida del movimento giovanile di Coldiretti.

Da Corinaldo, dove lavora Orciari, la presidenza rimane in Valmisa. Davide, infatti, ha avviato la sua azienda a Scapezzano di Senigallia nel 2017. Coltiva cereali, foraggio, colture da seme, ha un oliveto e di recente ha impiantato una vigna dalla quale produce Rosso Piceno doc. Al tempo stesso dà una mano ai genitori che, nei terreni attigui, producono olio e coltivano ortaggi che vendono direttamente nel punto vendita certificato Campagna Amica. L’agricoltura nel suo destino.

Davide, quinta generazione nei campi, l’ha scelta abbandonando lo stipendio fisso e la sicurezza di un contratto a tempo indeterminato. «Ho studiato meccanica e lavoravo anche bene in fabbrica – racconta – ma sono cresciuto in campagna e là mi sentivo come un leone in gabbia. Quando mi sono licenziato mi hanno dato del pazzo. Rinunciare a uno stipendio per una vita di incertezze: una follia. Eppure, nonostante le difficoltà siano tante, per me è una soddisfazione lavorare in campagna, nella natura, assistere al ciclo della vita».

Ad affiancare Conti nel comitato provinciale ci saranno Marco Pignocchi, Lucia Bruni, Andrea Dottori, Michele Sabbatini, Camillo Barbarossa e Riccardo Mogiani. «Sono felice di essere stato scelto per questo incarico – conclude – e mi voglio impegnare per far sì che sempre più giovani scelgano l’agricoltura. Voglio ascoltarli, aiutarli e incitarli a tenere duro perché il mondo agricolo non ripaga subito delle difficoltà che si affrontano. Io posso dar loro la mia esperienza».

© riproduzione riservata


Garden Claudia Falconara Marittima - Progettazione Giardini Chiavi in Mano