Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Da Senigallia agli States: Cristina Magi Galluzzi direttrice del centro di anatomia patologica all’università dell’Alabama

La 53enne, conosciuta a livello internazionale, da lunedì 1 ottobre è entrata nel team del dipartimento di patologia dell'università di Birmingham

laboratorio, ricerca scientifica, medicina
ricerca scientifica in laboratorio

SENIGALLIA – È una senigalliese la nuova direttrice della divisione di anatomia patologica all’università a Birmingham, in Alabama. Cristina Magi Galluzzi, medico e ricercatrice 53enne conosciuta a livello internazionale, da lunedì 1° ottobre è entrata nel team del dipartimento di patologia della “School of Medicine” per dirigere le ricerche sulle disfunzioni e i disturbi dell’apparato urologico e genitale.

Diplomatasi al liceo scientifico E.Medi di Senigallia e poi laureatasi ad Ancona nel 1990, Cristina Magi Galluzzi da tempo vive negli Stati Uniti dove ha rivestito già altre prestigiose cariche mediche e scientifiche. Già docente di patologia alla Case Western University di Cleveland, e prima ancora ricercatrice e medico al dipartimento di patologia alla Johns Hopkins School of Medicine, per la senigalliese è l’ennesimo riconoscimento in campo medico e scientifico a livello internazionale.

Poche settimane fa, infatti, era stata nominata dalla “The Pathologist magazine” nell’elenco 2018 delle cento migliori, più brillanti e importanti personalità e professionalità nel campo della patologia.

In un’intervista Cristina Magi Galluzzi ha confessato di considerarsi innanzitutto un medico e in secondo luogo docente e ricercatrice, in modo da avere sempre bene in mente l’obiettivo principale e cioè il servizio clinico ai pazienti.

Le prime congratulazioni a Cristina Magi Galluzzi sono arrivate da un altro senigalliese trapiantato in America, il professor Guido Silvestri. Il medico, scienziato e docente alla Emory University di Atlanta, ha scritto sul social network Facebook che «si tratta di un grande successo professionale per una donna di straordinario talento, che ha costruito una splendida carriera con una forza ed una costanza impeccabili. Questa notizia deve riempire di orgoglio tutti i senigalliesi e tutti i nostri compaesani a cui sta a cuore che il nome della nostra amata Senigallia sia tenuto alto nel mondo».