Senigallia, controlli contro spaccio e prostituzione

Denunciato un giovane di Ancona, segnalato in prefettura un 50enne; sanzioni a due persone mentre gli agenti hanno setacciato il territorio comunale

Polizia in Stazione a Senigallia
Polizia alla Stazione di Senigallia

SENIGALLIA – Contrasto allo spaccio di stupefacenti e alla prostituzione, lotta sulla sicurezza, controlli sulla viabilità e prevenzione di furti e rapine. Questi i nodi su cui si è incentrato l’ultimo servizio in ordine di tempo predisposto dalla Questura di Ancona che ha impegnato il personale del Commissariato di Senigallia. Oltre 30 agenti, con l’ausilio dell’anticrimine di Perugia, delle unità cinofile e della Polstrada di Ancona, hanno setacciato alcuni luoghi sensibili di Senigallia, in questi giorni alle prese con l’aumento dei transiti e delle presenze per via della stagione estiva.

Durante questi controlli, è finito nella rete della Polizia un 20enne di Ancona trovato nella zona della chiesa del Portone in possesso di alcuni grammi di droga. Il giovane tentava di nascondersi all’interno di un veicolo al momento del passaggio della volante, ma proprio questo comportamento ha insospettito gli agenti.

Dopo un primo controllo da cui sono saltati fuori modesti quantitativi di hashish, i poliziotti sono andati alla ricerca di altro stupefacente all’interno della sua abitazione, trovandone altri 20 grammi. Oltre al sequestro del materiale, è scattata la denuncia per detenzione di droga ai fini di spaccio.

La droga sequestrata a Senigallia dalla polizia dopo i controlli del territorio
La droga sequestrata a Senigallia dalla polizia dopo i controlli del territorio

Altri controlli sono stati effettuati in un residence di Senigallia dove erano stati segnalati strani movimenti notturni: gli agenti hanno trovato lì domiciliati diversi soggetti con pregiudizi, ma solo un 50enne è stato trovato in possesso, in particolare, di una sola dose di hashish. Motivo per cui è scattata solo la segnalazione in Prefettura quale assuntore mentre la droga è stata sequestrata.

Personale del Commissariato, assieme alla Polizia Stradale dorica, è stato impegnato nei controlli su strada ai mezzi in transito nelle arterie a maggior volume di traffico, rilevando diverse criticità che hanno dato luogo a contravvenzioni. Una persona di nazionalità cinese è stata trovata alla guida di un furgoncino con l’assicurazione scaduta: oltre alla multa è scattato il sequestro del veicolo, mentre un giovane è stato scoperto mentre guidava dopo aver alzato il gomito. Per quest’ultimo, oltre alla sanzione amministrativa, si è dovuti procedere al ritiro della patente per la conseguente sospensione fino a sei mesi.

Infine la lotta alla prostituzione in strada: nonostante il fenomeno sia in notevole diminuzione gli agenti hanno effettuato vari controlli senza rilevare alcuna violazione al vigente regolamento di polizia locale che punisce sia le donne dedite al meretricio, sia i clienti che si fermano a contrattare le prestazioni. Forse una ragione potrebbe trovarsi nell’alto importo delle sanzioni e alle eventuali notifiche degli atti presso le rispettive abitazioni: motivi che potrebbero spingere i clienti a preferire altre forme, come la prostituzione in appartamenti, su cui rimane alta l’attenzione.