Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Senigallia, una commissione consiliare ad hoc e un consiglio grande sulle tematiche del fiume Misa

Fissata per il 18 aprile la seduta della II Commissione, mentre è stato diramato un nuovo avviso di condizioni meteo avverse. Proprio le continue allerte meteo sono un punto critico per la popolazione

Il fiume Misa a Senigallia e ponte Garibaldi
Il fiume Misa a Senigallia e ponte Garibaldi

SENIGALLIA – Un momento di riflessione, chiarimento e partecipazione sulle tematiche del fiume Misa, sugli interventi per la messa in sicurezza, su quanto fatto dall’alluvione del 3 maggio 2014 a oggi, sulle continue allerte meteo. Di tutto questo si parlerà in seconda commissione consiliare il 18 aprile e nel consiglio grande che verrà convocato entro maggio.

Lo ha annunciato il sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi che vuole così interfacciarsi con la città, con le associazioni e i comitati di cittadini alluvionati, con gli enti coinvolti nella gestione del fiume e con le imprese di tutto il territorio per poter dialogare su un tema ancora scottante. Il ricordo dell’alluvione è ancora così fresco nella memoria dei senigalliesi non solo perché avvenuto solo quattro anni fa, ma anche perché le continue allerte fanno rivivere momenti di angoscia e soprattutto montare le polemiche ogni volta che il livello del fiume Misa cresce notevolmente.
Ma il tema è scottante anche perché finora il dibattito è stato condizionato da interventi di parte senza un vero confronto tra maggioranza e opposizione, tra amministrazione e comitati di cittadini.

Ecco perché arriva dal primo cittadino la proposta al presidente della seconda commissione consiliare Mauro Gregorini e al presidente del consiglio comunale Dario Romano. Per la prima c’è già la data, che è quella del 18 aprile e che vedrà la partecipazione dell’assessore regionale Angelo Sciapichetti, mentre per il Consiglio Grande, proprio questa mattina è stata depositata la richiesta a doppia firma Mangialardi-Romano, che sarà discussa nella prossima assise municipale e che dovrà essere approvata, come previsto dallo Statuto, con la maggioranza qualificata dei due terzi dei consiglieri.

I lavori sul fiume Misa al Vallone di Senigallia
I lavori sul fiume Misa al Vallone di Senigallia

Si tratta, sottolinea il sindaco, di «un’importante occasione per partire dai fatti reali e comunicare con i cittadini e i livelli istituzionali sovra ordinati, rimettendo in fila ciò che è stato realizzato dal 3 maggio del 2014 a oggi per la messa in sicurezza del Misa. Sia fatta definitivamente chiarezza in merito agli interventi che la stessa Regione Marche sta mettendo in campo, nonché alle modalità di informazione della popolazione in occasioni delle allerta meteo».

E proprio nelle ultime ore è stato diramato dalla Protezione civile regionale un nuovo avviso di condizioni meteo avverse per mare e vento valido su tutte le Marche dalle ore 18 del 30 marzo alle ore 24 del 31 marzo. Intensi flussi di libeccio favoriranno l’instaurarsi del garbino dalla serata odierna e per la giornata di sabato. L’avviso prevede venti sud-occidentali con velocità media di vento teso e raffiche fino a tempesta sul crinale appenninico e fino a burrasca forte sulle zone alto collinari.