Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Armi in auto, denunciato e allontanato dal territorio

I due pregiudicati sono stati sorpresi a Senigallia, all'altezza della frazione Cesano con una mazza da baseball, un coltello ed una canna da pesca modificata all'interno dell'auto. Sottoposti ad accertamenti sono risultati entrambi con precedenti per reati contro il patrimonio e contro la persona

Polizia
SENIGALLIA – Nel corso delle attività di controllo del territorio, agli agenti della squadra volante del Commissariato, non è sfuggita, a Cesano, un’autovettura sospetta con a bordo due persone. Intimato l’alt, gli agenti hanno effettuato i controlli: il veicolo, un’auto di grossa cilindrata con targa straniera, è risultato intestato ad una
rumena. All’interno un 36enne originario di Chieti ed un 45enne di Palermo. Entrambi, durante il controllo, sono apparsi nervosi ed in più occasioni hanno riferito agli agenti di avere un appuntamento imminente. Considerato il comportamento, i poliziotti hanno controllato anche l’interno del veicolo dove, in un cassettino, è stato trovato un
coltello, il cui porto è vietato, e, poi, all’interno del portabagagli, è stata rinvenuta una
mazza da baseball e l’impugnatura di una grossa canna da pesca modificata.
Il conducente ha tentato di giustificare, senza successo, il possesso degli arnesi. Dai controlli entrambi sono risultati con precedenti penali per reati contro il patrimonio e contro la persona. Il palermitano aveva inoltre terminato da poco una misura di prevenzione che lo obbligava a restare in Sicilia. Le armi sono state sequestrate e il 36enne denunciato per porto illegale di armi e allontanato dal territorio del comune di
Senigallia, con divieto di ritorno, per tre anni.