Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Senigallia, l’ambulatorio solidale Paolo Simone riapre i battenti

La struttura di via Gramsci, che fornisce prestazioni infermieristiche e mediche gratuite come risposta alla crisi economica e sociale, riparte con le visite dopo l'emergenza coronavirus che aveva costretto la Caritas a sospendere le attività in presenza da febbraio e a lavorare solo telefonicamente

L'ambulatorio solidale "Paolo Simone – Maundodé"
L'ambulatorio solidale "Paolo Simone – Maundodé"

SENIGALLIA – Si potrà accedere solo su appuntamento ma la buona notizia è che l’ambulatorio solidale Paolo Simone riapre i battenti. Erano chiusi al pubblico dalla seconda metà di febbraio 2020 a causa dell’emergenza sanitaria covid-19 anche se l’attività era proseguita fornendo farmaci e assistenza a chi ne aveva bisogno, via telefono: ora ripartono le visite.

La struttura di via Gramsci 17, a Senigallia, offre servizi a livello infermieristico, di medicina generale e specialistica, grazie ai numerosi medici e infermieri volontari; opera a titolo gratuito per tentare di dare risposte concrete a chi per motivi economici o sociali non riesce a prendersi cura della propria salute. «Siamo consapevoli – spiegano i responsabili dell’ambulatorio Paolo Simone – che il malato povero rappresenta una delle vittime più gravi e dolorose per la nostra società».

L’ambulatorio infermieristico, che in realtà è ripartito già da qualche tempo, sarà aperto nelle due giornate del martedì e il venerdì mattina dalle 9.30 alle 11.30, prendendo appuntamento con una telefonata al numero del Centro d’ascolto (071.7925563), a eccezione del periodo tra il 10 e il 23 agosto.
L’ambulatorio medico (con medici generalisti e specialisti) sarà aperto, sempre su appuntamento chiamando il Centro di ascolto, dalle 17 alle 19 nei seguenti giorni: 16, 23 e 30 luglio e 3, 6, 24 e 27 agosto.
Per gli appuntamenti il Centro di ascolto è attivo dal lunedì al venerdì con orario 10-12.