Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Senigallia, altro lutto: addio a Furio Durpetti

La spiaggia di velluto piange il suo ex consigliere, assessore nonché presidente della Gestiport: aveva dato un notevole impulso allo sviluppo urbanistico e portuale cittadino

Furio Durpetti
Furio Durpetti

SENIGALLIA – Lutto in città per la scomparsa di Furio Durpetti avvenuta mercoledì 6 gennaio, giorno dell’epifania, a 77 anni. Una figura molto nota a Senigallia non solo per i suoi ruoli professionali e il suo percorso politico che l’ha visto anche assessore della sua città, ma anche per il suo carattere.

Furio Durpetti è morto ieri sera – 6 gennaio -, all’ospedale Santo Stefano di Porto Potenza Picena dove era ricoverato dopo un malore che l’aveva colto diversi mesi fa. Lascia le figlie Laura e Angela, il fratello Claudio e la sorella Paola. Nel 2017 aveva perso per una grave malattia la compagna Patrizia Casagrande, ex presidente della Provincia di Ancona.

I funerali si terranno sabato 9 gennaio alla chiesa di s.Maria della neve (Portone). Intanto si moltiplicano le voci di cordoglio di quanti hanno conosciuto Furio Durpetti. Era stato infatti esponente della sinistra senigalliese fin da giovane, prima nel Pci, poi nelle varie trasformazioni fino all’attuale Pd, sostenuto sempre con grinta. Nel corso degli anni, prima era stato consigliere comunale, poi assessore.

Grinta spesa anche per il porto cittadino: è stato per anni presidente della Gestiport, la società che gestisce i servizi portuali, fino al 2016. Anche in questo ruolo, Furio Durpetti è riuscito a dare un importante impulso allo sviluppo cittadino.