Senigallia, alla pinacoteca diocesana iniziato l’orario invernale

L'ingresso resta gratuito. Mentre il museo sarà aperto tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19. Sarà possibile visitare anche la Pala di Senigallia in cui Pietro Vannucci (Perugino) raffigura la “Madonna in trono con Bambino e i Santi

Pala del Perugino

SENIGALLIA – La pinacoteca diocesana di Senigallia, nella centralissima piazza del Duomo, cambia i propri orari di apertura, adeguandoli alla stagione. Anche sino a fine dicembre, il museo diocesano resterà aperto nelle giornata di sabato, domenica e festivi.

In particolare, gli orari antimeridiani prevedono l’apertura dalle 9 alle 12 mentre, quelli pomeridiani, dalle 16 alle 19. Confermato, in tutti i giorni, l’ingresso gratuito per la visita alle sale allestite nell’”Appartamento del Cardinale” al piano nobile dell’episcopio e con un meraviglioso affaccio sulla restaurata piazza Garibaldi proprio dalla ‘Loggia delle benedizioni’, al centro della sede vescovile.

Visita che è arricchita indubbiamente dalla Pala di Senigallia nella quale Pietro di Cristoforo Vannucci – il Perugino – raffigura la “Madonna in trono con Bambino e i Santi Giovanni Battista, Ludovico di Tolosa, Francesco, Pietro, Paolo e Giacomo” o dalla superba tela di Federico Barocci con “La Madonna del Rosario”.

Rimane aperta, a seguito della proroga, pure la mostra “Salvati dal Terremoto” alla sala del Trono nella pinacoteca, che espone opere provenienti dal territorio diocesano “ferite” dal sisma del 2016 e salvate grazie ad una fondamentale sinergia fra apparati dello Stato: «arte salvata che porta con sé un messaggio forte di speranza nella bellezza e con le Marche che possono davvero fregiarsi di un immenso patrimonio artistico che della bellezza ne è ambasciatore», spiegano gli organizzatori.