Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

A Senigallia 490mila euro per gli impianti sportivi grazie al fondo “Sport e Periferie”

La spiaggia di velluto è l’unico comune della vallata Misa e Nevola a usufruire di questa opportunità. Soddisfatto il sindaco Mangialardi anche se le risorse dovevano arrivare già nel 2017

Lo stadio comunale "Goffredo Bianchelli" a Senigallia
Lo stadio comunale "Goffredo Bianchelli" a Senigallia

SENIGALLIA – Ben 490mila euro sono stati assegnati al Comune di Senigallia per la sistemazione dello stadio comunale G.Bianchelli grazie al “fondo Sport e Periferie”. È di pochi giorni fa infatti la comunicazione dell’assegnazione di tale cifra, tramite il decreto del presidente del consiglio dei ministri firmato lo scorso 22 ottobre dal sottosegretario di Stato Giancarlo Giorgetti, per la sistemazione degli impianti sportivi di tutta Italia.

La previsione rientra nell’intervento da 100 milioni per il quadriennio 2017-2020 e realizzato in accordo con il Coni. Lo scopo del finanziamento, che riguarda oltre 200 impianti in tutta Italia tra cui molti nelle zone terremotate delle Marche, è quello di realizzare strutture sportive di rilievo nazionale e internazionale nelle aree svantaggiate del paese e nelle periferie urbane.

Senigallia sarà l’unico comune della vallata Misa e Nevola a usufruire di questa opportunità che rappresenta una bella notizia per l’intera città: verranno in pratica restituiti i soldi che la giunta municipale ha investito per far partire i lavori all’impianto dove giocano l’Fc Vigor Senigallia, l’Aesse Senigallia Calcio e numerose altre realtà sportive locali.

«Abbiamo partecipato al bando che doveva stanziare le risorse già per il 2017 – ha detto il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi – quindi con questa rivisitazione del bando si è perso quasi un anno. Noi intanto abbiamo voluto stanziare risorse importanti al progetto di riqualificazione dello stadio Bianchelli per cercare di non far perdere troppo tempo alle squadre che hanno scelto il comunale di Senigallia come sede per le loro attività sportive».

Nel frattempo, procedono i lavori di riqualificazione all’impianto centrale Bianchelli, mentre sono quasi fermi quelli all’impianto comunale a Marzocca. Una notizia questa che non farà certo piacere alla società Olimpia Marzocca che contava per la stagione calcistica in corso di tornare a giocare in casa.

Con le nuove risorse Senigallia potrà quindi dedicarsi ad altri impianti sportivi cittadini: «Stiamo ragionando su come investire i soldi che ci sono stati attribuiti – ha spiegato il sindaco Mangialardi – e non è escluso che altre strutture possano essere risistemate dato che prima non c’erano possibilità economiche». Il riferimento potrebbe essere proprio al manto erboso del campo di Marzocca, su cui finora non si è intervenuti.