Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Senigallia, 40enne in manette: aveva con sé 60 grammi di eroina

L’uomo è stato trovato in possesso degli strumenti per il confezionamento della sostanza ed alcune centinaia di euro in contanti. Per lui è scattata la misura cautelare degli arresti domiciliari

Senigallia, 40enne in manette: aveva con sé 60 grammi di eroina
Senigallia, 40enne in manette: aveva con sé 60 grammi di eroina

SENIGALLIA – Se ne andava in giro in centro storico con 60 grammi di eroina. A finire in manette un 40enne di Senigallia già noto alle autorità per precedenti in materia di spaccio di stupefacenti. A compiere il blitz gli agenti del Commissariato di Polizia di Senigallia che in questo periodo hanno intensificato l’attività volta al contrasto allo spaccio di droga.

In tale ambito, gli agenti stavano effettuavano dei servizi in prossimità del centro cittadino dove erano stati segnalati in passato dei movimenti sospetti. I poliziotti, dopo aver effettuato delle attività di verifica hanno focalizzata la loro attenzione su di un 40enne che è stato notato muoversi con fare sospetto ed entrare all’interno di un cortile per poi accedere ad un locale. A quel punto, visto il comportamento anomalo, gli agenti hanno deciso di entrare in azione e bloccare l’uomo.

I controlli immediatamente effettuati hanno consentito di rintracciare addosso all’uomo un primo involucro contenente alcuni grammi di eroina e successivamente diversi altri involucri più grandi contenenti sempre eroina. Complessivamente gli agenti hanno sequestrato circa 60 grammi di stupefacente, parte del quale già confezionato e pronto per essere ceduto.

L’uomo, inoltre, è stato trovato in possesso di tutti gli strumenti per il confezionamento della sostanza ed alcune centinaia di euro in contanti. Alla luce di ciò gli agenti del Commissariato di Polizia hanno proceduto all’arresto per il reato di detenzione con fini di spaccio, di seguito al quale il Tribunale ha provveduto alla convalida ed all’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari.

Exit mobile version