Inaugurata la nuova sede della Polizia locale dei Comuni di Barbara, Ostra, Ostra Vetere e Trecastelli

La funzione era stata trasferita all'Unione dei Comuni lo scorso aprile. Plauso del questore Cracovia all'ottimizzazione delle risorse che ha permesso anche nuovi investimenti

Trecastelli, nuova sede polizia locale

TRECASTELLI – È stata inaugurata la nuova sede della Polizia locale dei Comuni di Barbara, Ostra, Ostra Vetere e Trecastelli. I nuovi locali del comando unico sono ubicati a Passo Ripe di Trecastelli, in via Marco Polo 3/c, e sono il frutto della volontà politica di unire le forze da parte delle quattro amministrazioni comunali che fanno parte dell’Unione dei comuni “Le terre della marca senone”.

Il taglio del nastro della nuova realtà è avvenuto giovedì 25 luglio di fronte a numerose autorità. Oltre al presidente dell’Unione Maurizio Mangialardi e ai sindaci di Trecastelli Marco Sebastianelli, di Barbara Riccardo Pasqualini, di Ostra Federica Fanesi, di Ostra Vetere Rodolfo Pancotti e di alcuni ex amministratori, sono infatti intervenuti i rappresentanti locali delle forze dell’ordine, il questore di Ancona Carlo Cracovia, il presidente dell’assemblea legislativa regionale Antonio Mastrovincenzo e il vescovo della diocesi di Senigallia Franco Manenti.

La nuova sede – ha puntualizzato il comandante della polizia locale Leonardo Latini – oltre a essere un importante punto di riferimento per la vallata del Misa, vuole ottimizzare il servizio rendendolo più efficiente ed economico.

Questa è infatti la motivazione principale per cui all’Unione dei Comuni “Le Terre della Marca Senone”, lo scorso 9 aprile, sono state conferite le funzioni di polizia locale dei quattro Comuni. Su questo si sono incentrati gli interventi dei sindaci che hanno potuto apprezzare anche la strumentazione tecnologica della nuova sede. Superate per il momento le polemiche circa lo spostamento del comando da Ostra a Trecastelli, nell’ottica di un campanilismo additato da molti sindaci come anacronistico di fronte alle esigenze dei comuni di unire le forze in questo periodo storico.

Tra i risultati già ottenuti c’è la copertura di un arco di servizio giornaliero di dodici ore consecutive, la flessibilità nell’utilizzo del personale sui quattro Comuni per garantire continuità anche in periodi di assenza di personale, e importanti investimenti per migliorare la sicurezza sulle strade.