Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Scuola: trasporti e sussidi, ecco le novità

A Senigallia è tutto pronto per l'inizio del nuovo anno scolastico. Oggetto di restyling alcuni edifici scolastici e ritinteggiate la gran parte delle aule. Pronto a partire anche il progetto Pappa Fish

SENIGALLIA- L’anno scolastico 2017/2018 è stato presentato dal sindaco Maurizio Mangialardi e dall’assessore alla cultura Simonetta Bucari questa mattina, lunedì 11 settembre in Comune. La conferenza, è stata l’occasione per illustrare gli interventi effettuati nei vari istituti, l’organizzazione dei trasporti e gli interventi assistenziali messi in campo dall’amministrazione comunale. Scampato anche il pericolo di accorpamento classi, contro cui si era schierato un gruppo di genitori. Resta invariato il costo dei buoni pasti, previsto anche un menù vegano, vegetariano ed a seconda delle esigenze religiose. L’inizio della refezione scolastica è previsto il 25 settembre nei nidi e scuole per l’infanzia e dal 1 ottobre nelle scuole primarie.

INTERVENTI

Nonostante l’esiguità delle risorse finanziarie a disposizione, oltre alla ordinaria manutenzione, continua la graduale messa a norma degli edifici scolastici. I lavori di adeguamento sismico e antincendio per la struttura più vecchia della scuola primaria Puccini sono stati completati e da gennaio 2017 le classi interessate, ospitate presso la vicina scuola secondaria di 1° grado Mercantini, sono ritornate nell’edificio originario della Puccini messo a norma e adeguatamente risistemato. Completati anche i lavori di ripristino delle condizioni di agibilità della palestra della scuola secondaria di 1° grado Marchetti e contestualmente di miglioramento sismico e adeguamento antincendio. Attualmente sono in corso lavori di risanamento conservativo delle facciate della scuola Pascoli dopo gli interventi di risanamento dei solai e il rifacimento dell’impianto di rilevazioni incendi della stessa scuola.

TRASPORTI

Il servizio di trasporto scolastico è, come ogni anno, capillare nella raccolta degli alunni delle frazioni; vengono inoltre intensificate le corse delle linee urbane in coincidenza degli orari di ingresso e di uscita dagli istituti. Corse e orari vengono verificati ed eventualmente adattati alle esigenze scolastiche. I prezzi degli abbonamenti per il servizio di trasporto scolastico rimangono immutati rispetto allo scorso anno e il Comune di Senigallia continua a calmierare con propri fondi le tariffe regionali.

Non cambia neppure l’organizzazione del servizio di refezione nel nuovo anno scolastico: i pasti per le scuole dell’infanzia e primarie saranno prodotti dai cuochi comunali in 2 centri cottura, tutti a norma e dotati delle migliori attrezzature, e verranno trasportati dai  2 centri cottura a tutti i refettori scolastici. I pasti per le scuole medie continueranno a essere prodotti dall’impresa CIMAS s.r.l. nello stesso centro cottura di Borgo Catena.

Il ventaglio delle diete speciali comprende dallo scorso anno anche la dieta vegana, con l’esclusione di qualsiasi alimento di origine animale, apprezzata dalle famiglie che fanno questo tipo di scelta etica. Indipendentemente da eventuali sostegni finanziari regionali (vedi progetto Pappafish) dallo scorso anno l’Amministrazione Comunale, visto il gradimento riscontrato da parte di alunni e famiglie, ha stabilito di incrementare la qualità del prodotto ittico fornito a mensa introducendo stabilmente il pesce fresco dell’Adriatico nei menù scolastici con 10 somministrazioni all’anno.

Anche quest’anno il menù è stato rivisto e adeguato sulla base delle segnalazioni del gruppo di monitoraggio della Commissione Mense che effettua durante l’anno sopralluoghi nei refettori per verificare il gradimento del pasto da parte degli alunni. Non sono previsti incrementi tariffari a carico delle famiglie e sono confermati la riduzione del 50% del prezzo del buono pasto per il secondo figlio e l’esonero per il terzo. Ormai a regime il sistema informatico per il servizio di refezione scolastica che consente la prenotazione on line dei pasti da parte del personale scolastico, avendo eliminato i tradizionali buoni pasto cartacei.

Le famiglie sono dotate di una tessera nominativa con cui possono agevolmente provvedere al pagamento anche con modalità telematiche e verificare in tempo reale la propria posizione: pasti consumati, versamenti effettuati, credito residuo. Il nuovo sistema informatico è molto apprezzato dalle famiglie e dalle scuole che hanno gradito la consistente semplificazione delle procedure per usufruire del servizio mensa e per gestire le prenotazioni dei pasti.

INTEGRAZIONE SCOLASTICA

Il servizio di assistenza educativa scolastica in favore degli alunni disabili, volto a favorire l’autonomia dello studente e l’integrazione nel gruppo classe, nonché a raggiungere gli obiettivi fissati nel Piano Educativo Individualizzato (PEI), rappresenta sempre un elemento fondante dell’attività dell’Amministrazione comunale. Di seguito gli utenti seguiti dal servizio di assistenza personale educativa (APE) nello scorso anno scolastico. Per quanto riguarda gli insegnanti di sostegno assegnati dall’Ufficio Scolastico Provinciale, va evidenziato che le diverse assegnazioni dipendono dal tipo e dalla gravità dell’handicap e inoltre non sono tutte a orario pieno ma prevedono anche spezzoni di orario. Relativamente all’integrazione degli alunni extracomunitari il Comune ha avuto finanziati progetti ministeriali finalizzati all’integrazione delle famiglie straniere e sta predisponendo i criteri per l’assegnazione di un finanziamento dedicato alle scuole.

SUSSIDI

Interventi per il diritto allo studio. Tra gli interventi realizzati dall’Amministrazione comunale: la fornitura gratuita di libri di testo per la scuola primaria a favore dei residenti nel Comune di Senigallia, la fornitura gratuita o semigratuita di libri di testo agli studenti della scuola dell’obbligo e della scuola secondaria superiore attraverso i fondi regionali trasferiti ai Comuni per sostenere la spesa delle famiglie nell’acquisto dei libri di testo della scuola secondaria di 1° e 2°ciclo d’istruzione (sono ammesse al beneficio le famiglie il cui indicatore economico equivalente (Isee) non sia superiore al parametro stabilito dalla Regione Marche, assegnazione di borse di studio a sostegno della spesa delle famiglie per l’istruzione.