Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

A scuola di sicurezza: i carabinieri docenti per i giovani di Senigallia e del territorio

Dai rischi della strada a quelli da evitare mentre si naviga su internet, dall'abuso di alcol e droghe fino al cyberbullismo: oltre 1800 studenti coinvolti in un progetto per la promozione di una cultura della legalità

I controlli dei carabinieri a Senigallia
I controlli dei carabinieri a Senigallia

SENIGALLIA – Sicurezza stradale, abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti, bullismo e cyberbullismo. Sono questi alcuni dei temi che sono stati affrontati dall’Arma in numerosi incontri con i giovani studenti delle scuole di Senigallia. Tra i carabinieri docenti c’erano la comandante della compagnia locale cap. Francesca Romana Ruberto e i militari di alcuni reparti speciali presenti nel territorio.

Oltre 1800 i giovani coinvolti nel progetto delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado dei comuni di Senigallia, Montemarciano, Ostra, Trecastelli, Corinaldo, Ostra Vetere e Castelleone di Suasa. Gli incontri, a causa delle restrizioni anti covid, si sono svolti in modalità on line, a distanza quindi, ma ciò non ha fatto venire meno l’entusiasmo dei ragazzi per l’iniziativa.

Anzi,  «è stata molto apprezzata sia dagli insegnanti che dagli studenti – spiega la capitana Ruberto – tanto che alcuni giovanissimi hanno deciso di inserire argomenti che riguardano l’Arma dei Carabinieri nelle loro tesine di fine anno».

Nei numerosi incontri sono stati trattati argomenti come la sicurezza stradale, i rischi derivanti dall’uso di sostanze stupefacenti e dell’abuso di bevande alcoliche, il bullismo e le sue nuove forme come il cyberbullismo, nonché le regole per una navigazione sicura in internet e per un uso consapevole dei social