Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Scuola, nuovi finanziamenti e nuovi interventi con la variante al Prg

Con la "Città resiliente" appena approvata, la giunta ha dato l'impulso per l'avvio dei progetti relativi alla sistemazione o nuova costruzione di edifici scolastici Marzocca, Cesanella e Saline di Senigallia

La scuola dell'infanzia alla Cesanella di Senigallia
La scuola dell'infanzia alla Cesanella di Senigallia

SENIGALLIA – È stata approvata nei giorni scorsi la variante parziale al Prg denominata “Città resiliente”. Un atto che prevede le trasformazione o la riqualificazione di cinque aree della città attraverso singoli progetti, con un particolare rilievo dato al sistema scolastico cittadino. Lo scopo – per quanto riguarda le scuole di Senigallia – è quello di dotare la città di strutture sempre più efficienti e all’avanguardia, «per mettere a disposizione di docenti, studenti e personale scolastico sedi di qualità, sicure e a norma, in grado di offrire una vasta gamma di servizi alle famiglie» ha detto il sindaco Mangialardi.

Il nuovo strumento urbanistico individua lo spazio per la costruzione di un futuro edificio scolastico nell’ex area Galli di Marzocca, poco sopra l’attuale campo sportivo, dove nascerà il nuovo polo scolastico unico di Marzocca e Montignano, comprendente i cicli della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado (materna, elementari e medie). Un’operache permetterà di razionalizzare le sedi già presenti nella frazione a sud di Senigallia.

Altro polo scolastico che verrà “spostato” e ricostruito ex novo è quello della Marchetti, ora situata in via dei Gerani alle Saline e che traslocherà nei pressi della piscina e della cittadella sportiva. Un progetto già finanziato ha spiegato Mangialardi e «veramente avveniristico, perché andremo a realizzare una scuola completamente liberata dal traffico e dalla sosta delle auto, in quanto raggiungibile esclusivamente attraverso percorsi ciclopedonali per garantire sostenibilità ambientale e sicurezza stradale. Proprio la posizione inoltre, permetterà di usufruire di impianti sportivi a norma e di grande qualità per lo svolgimento di attività didattiche o extracurriculari».

L’ultima scuola che verrà risistemata è la materna della Cesanella (in FOTO). Il quartiere è stato già interessato da interventi di riqualificazione che l’hanno dotato di una rotatoria per rendere più sicuri l’ingresso e l’uscita, e ultimamente, dalla realizzazione di un sottopasso ciclopedonale. Per la scuola di largo Michelangelo si attendono circa 3 milioni di euro di finanziamenti per una struttura più moderna (l’attuale ha diversi problemi a causa dei suoi oltre 30 anni di servizio). «Sarà – conclude il sindaco – un polo educativo rivolto ai bambini da 0 a 6 anni, grazie a un investimento immobiliare Inail con la copertura dei costi di affitto a carico del Miur, senza alcun onere per il Comune».