Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Sanità e salute: due incontri, l’11 e il 18 maggio, sull’ospedale di Senigallia e della vallata

Due comitati, due incontri sul diritto dei cittadini ad avere servizi sanitari dignitosi: se ne parlerà al Ciarnin e in sala consiliare, dove interverrà anche Maurizio Bevilacqua, direttore dell'Area Vasta 2

L'ospedale di Senigallia
L'ospedale di Senigallia

SENIGALLIA – Non si fermano i due comitati a difesa dell’ospedale nella loro azione di informazione verso la cittadinanza. A tale scopo sono stati infatti organizzati due nuovi incontri per parlare di sanità, di servizi ospedalieri, di problematiche e soluzioni per il territorio di Senigallia e dell’entroterra.

Il primo incontro – dal titolo “Il Nostro ospedale di Senigallia e la nostra salute” – si terrà venerdì 11 maggio, alle ore 21, nei locali dell’oratorio della chiesa del Ciarnin, il quartiere nella zona sud di Senigallia. A organizzarlo è il “Comitato Cittadino a Difesa dell’Ospedale di Senigallia”, lo stesso gruppo di cittadini che ha chiamato la redazione di Striscia La Notizia perché venisse effettuato un servizio sulla situazione relativa a tac e risonanza magnetica. Il comitato, che si definisce apartitico e aperto a tutti, invita la cittadinanza a partecipare all’incontro, così come il sindaco, gli assessori e i consiglieri comunali.

Il secondo incontro si terrà invece la settimana successiva: per venerdì 18 maggio, infatti, alle ore 21 nella sala consiliare del municipio senigalliese, è stato organizzato il secondo appuntamento, uno scambio di opinioni tra Asur, Unione Nazionale Consumatori, Tribunale del Malato e Comitato a difesa dell’Ospedale di Senigallia e del diritto alla salute del territorio. Si tratta di un altro comitato – il nome è quasi identico e si rischia di fare confusione – che da tempo si sta muovendo perché il territorio senigalliese, in materia di sanità, venga riconosciuto come strategico non solo per la città ma per tutta la vallata del Misa e Nevola. Lo stesso comitato che, attraverso l’azione consiliare in Regione del leghista Zaffiri, è riuscito a far approvare una mozione per difendere concretamente l’ospedale di Senigallia.

L’iniziativa pubblica – dal titolo Sul futuro della sanità locale e sul diritto alla salute – vedrà confrontarsi diversi relatori sullo stato dell’arte dei servizi e delle strutture sanitarie – in primis l’ospedale – del territorio senigalliese.
Interverranno: Maurizio Bevilacqua, direttore Area Vasta 2 ASUR; Umberto Solazzi, presidente del Tribunale dei diritti del Malato (TdM) di Senigallia; Corrado Canafoglia, avvocato e coordinatore Unione Nazionale Consumatori Marche; Carlo Massacci, cardiologo, membro Tribunale dei Diritti del Malato (TdM); Elena Leonardi (Fratelli d’Italia), vicepresidente della commissione sanità dell’Assemblea legislativa delle Marche.
Anche in questo caso sono stati invitati il sindaco Maurizio Mangialardi, l’assessore alla sanità Carlo Girolametti, il presidente della giunta regionale Luca Ceriscioli, il direttore generale dell’ASUR Alessandro Marini e il presidente della commissione sanità dell’Assemblea legislativa delle Marche Fabrizio Volpini, oltre a tutti i cittadini del territorio, ai sindaci dei comuni delle valli del Misa e del Nevola, i rappresentanti delle associazioni di categoria e i rappresentanti del mondo associativo locale.