Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Ancora caos e tempi di attesa lunghissimi al laboratorio analisi dell’ospedale di Senigallia

Un solo operatore attivo in una mattinata dove la sala era piena di persone in attesa di pagare per effettuare il prelievo e le analisi: in molti hanno deciso di andarsene e rivolgersi al privato

Lo schermo all'accettazione per il laboratorio analisi all'ospedale di Senigallia: una sola cassa per tutta l'utenza
Lo schermo all'accettazione per il laboratorio analisi all'ospedale di Senigallia: una sola cassa per tutta l'utenza

SENIGALLIA – È ancora caos al laboratorio analisi dell’ospedale di Senigallia. Caos per la mancanza di personale che possa smaltire il carico di prestazioni. Durante la mattinata di martedì 21 novembre, infatti, si è verificato nuovamente quanto denunciato nelle settimane passate da molti utenti.

Ciò che si registra è che manca il personale alle casse e all’accettazione: non personale medico, quindi, ma amministrativo. Il laboratorio analisi infatti rischia ogni mattina il collasso per il carico di prestazioni che devono essere smaltite, nonostante il numero di prenotazioni giornaliere sia stato recentemente ridotto. Ma questa situazione diventa – se possibile – ancora più esasperante quando ad effettuare l’accettazione e al servizio pagamento c’è un solo operatore. Con la conseguenza che i tempi si allungano notevolmente e il clima diventa man mano sempre più rovente, con la possibilità che l’utenza si rivolga poi spazientita agli operatori quando il disagio è anche il loro.

«Vergogna! – afferma arrabbiato Luigi Rebecchini, consigliere comunale per Unione Civica – Il laboratorio analisi collassa per mancanza di personale amministrativo. C’è il personale per le analisi ma non per le accettazioni: una sola cassa! Sono qui dalle ore 8:30 e, alle 10 ho ancora un’altra ora di attesa, solo per effettuare accettazione e pagamento. E non è la prima volta». Solo intorno alle 9 è stata poi aperta una seconda cassa riservata alle cosiddette categorie protette.

Molte persone hanno infatti poi scelto di andarsene via, arrabbiate e deluse, pur di non aspettare i tempi biblici del laboratorio analisi. Utenti che con molta probabilità si rivolgeranno ai laboratori privati, convenzionati o meno, pur di riuscire ad accelerare la prestazione sanitaria quando il servizio pubblico non dà risposte adeguate.