Continuano i vantaggi Citroen
Continuano i vantaggi Citroen
Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Volvo XC 60 Pieralisi Jesi
Volvo XC 60 Pieralisi Jesi

“Il ruolo della figura femminile all’interno delle religioni presenti nelle Marche”: esperti a confronto a Montemarciano

Sabato 2 aprile esperti e docenti a confronto al Teatro Alfieri grazie al convegno promosso dall'associazione Ande Marche col patrocinio del Comune

Il teatro Alfieri a Montemarciano
Il teatro Alfieri a Montemarciano

MONTEMARCIANO – “Il ruolo della figura femminile all’interno delle religioni presenti nelle Marche”. È questo il titolo dell’interessante convegno promosso da Ande Marche-Associazione Nazionale Donne Elettrici con il patrocinio del Comune di Montemarciano, in programma sabato 2 aprile alle 9,15 al Teatro Alfieri. Un momento di riflessione sul passato e sul futuro, un confronto a cui non mancheranno quasi 600 studenti delle scuole superiori jesine, osservatori privilegiati e protagonisti del futuro cui l’Ande si rivolge con grande attenzione.

Ad aprire i lavori, il sindaco di Montemarciano Damiano Bartozzi che porterà i saluti dell’Amministrazione e introdurrà il tema del convegno, lasciando poi spazio all’introduzione curata dalla professoressa Graziella Vitali presidente Ande Marche. Variegato il tavolo dei relatori: la Componente della I Commissione cultura della Regione Marche Chiara Biondi aprirà il convegno, parlando di “Integrazione delle donne nella società marchigiana”, poi sarà la volta di Suor Anna Maria Vissani, canselor e grafologa, a parlare di “La novità di Gesù: accetta al suo seguito anche le donne”. Alle 10,40 previsto l’intervento di Padre Dimitry Znavko parroco ortodosso della Chiesa di Sant’Anna di Ancona su “La figura femminile nella religione ortodossa”, poi la giornalista indipendente, fotografa e scrittrice italo-siriana Asmae Dachan che racconterà “Le sfide delle donne musulmane moderne”. Ruolo fondamentale quando si tratta di integrazione e di futuro è quello della scuola: il professor Luigi Frati dirigente scolastico dell’IIS “Galilei” di Jesi infatti tratterà della “Scuola come soggetto attivo d’educazione interculturale: promuovere l’uguaglianza, le pari opportunità di genere, valorizzare le differenze e l’inclusione”. Modera gli interventi la docente di religione dell’IIS Galilei professoressa Fabrizia Fiorentini. A conclusione degli interventi, spazio al dibattito e alle riflessioni dei presenti.

Ingresso libero. Certificazione verde Covid-19 (Super Green Pass) – sopra i 12 anni – e mascherina FFP2 obbligatorie.