Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Ruba due bici per compiere due furti: 18enne arrestato a Senigallia

Un giovane tunisino è stato fermato dai carabinieri dopo una nottata di episodi criminosi: in tribunale patteggia dieci mesi

Le biciclette sequestrate al giovane arrestato a Senigallia
Le biciclette sequestrate al giovane arrestato a Senigallia

SENIGALLIA – Doppio furto con scasso per un giovane tunisino arrestato dai carabinieri di Senigallia in nottata. I fatti si sono svolti intorno all’una di questa notte, 28 ottobre, quando è arrivata la chiamata del titolare di un ristorante che segnalava un ladro nel suo locale sul lungomare Mameli. Sul posto si sono recate le pattuglie di polizia e carabinieri che hanno ricostruito la vicenda.

Protagonista è un giovane tunisino di 18 anni, il quale ha rubato una bicicletta nei pressi della stazione ferroviaria di Senigallia per recarsi sul lungomare Mameli, zona nord del litorale. Ha poi spaccato una finestra del ristorante “Il Gatto e la Volpe” per intrufolarsi all’interno e rovistare ovunque nonostante stesse suonando l’allarme, ma se n’è dovuto andare senza rubare nulla. 

Non pago di ciò si stava per dirigere verso un secondo obiettivo quando si è accorto di aver forato. Ha fatto allora ritorno alla stazione ferroviaria di Senigallia dove sono parcheggiate anche di notte alcuni mezzi: ha trafugato una seconda bicicletta – anche in questo caso rompendo il catenaccio che la teneva ancorata alla rastrelliera – per poi tornare sul lungomare Mameli e provare un secondo colpo. Si è fermato al ristorante “La Lampara”: con la stessa tecnica ha rotto una finestra del locale per intrufolarsi e rovistare in giro. Ha trovato un fondo cassa di appena 13 euro e si è poi dileguato.

Il titolare però era stato avvisato dal sistema anti intrusione che ha filmato il giovane ladro in azione e dato l’allarme alle forze dell’ordine. Mentre la polizia effettuava i rilievi del caso, i carabinieri si sono messi sulle tracce del ragazzo, trovandolo poco distante mentre cercava di non farsi notare. A terra, a fianco a lui, un sacchetto con i 13 euro rubati. Il 18enne è stato arrestato e in caserma ha ammesso le sue responsabilità.

In mattinata l’udienza di convalida dell’arresto e il patteggiamento a dieci mesi di reclusione (pena sospesa) con annessa una sanzione di 300 euro. Il giovane, quindi, è tornato in libertà dopo essere stato in una comunità per minori del pesarese. Presso la caserma dei carabinieri sono state portate le due biciclette in attesa di rintracciare anche i proprietari.