Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Riparte la stagione teatrale di Arcevia: 5 spettacoli dalla realtà virtuale al nazifascismo

Su il sipario con un cartellone dal titolo "Fame di teatro". Tra i protagonisti Elio Germano, Emanuele Aldrovandi, Roberto Ciufoli. Il sindaco Perticaroli: «Fa davvero bene vedere la gente tornare a teatro»

Elio Germano in "Segnale d’allarme – La mia battaglia VR"
Elio Germano in "Segnale d’allarme – La mia battaglia VR"

ARCEVIA – Cinque spettacoli, di cui 4 in abbonamento, compongono la stagione teatrale 2022 del teatro Misa, presentata oggi, 17 dicembre dal sindaco di Arcevia Dario Perticaroli, dall’assessora alla  cultura Erika Possanza, dal presidente Atgtp Fabrizio Giuliani, dal direttore artistico Atgtp Simone Guerro e dal direttore Amat Gilberto Santini. Una stagione che si ispira alla voglia delle persone di riscoprire la magia teatrale e che, per questo, si intitola “Fame di teatro”.

«Siamo felici di iniziare subito la sesta stagione di prosa, dato che concludiamo poco prima il percorso teatrale interrotto dal covid – ha dichiarato l’assessora alla  cultura di Arcevia Erika Possanza – Lo facciamo con una proposta curata che parte dalla voglia di ritornare a teatro e che punta sulla cultura come investimento coraggioso ma anche simbolo sociale per la comunità arceviese e valliva». «Fa davvero bene vedere la gente tornare al teatro Misa – ha commentato il sindaco Dario Perticaroli – vuol dire che la proposta coglie nel segno. Noi crediamo molto nella collaborazione che si è instaurata con Amat e Atgtp che sta divenendo un fiore all’occhiello dell’amministrazione».

E’ la qualità che premia una scelta coraggiosa, fanno sapere il presidente Atgtp Fabrizio Giuliani e il direttore Amat Gilberto Santini, quella del teatro arceviese come teatro di comunità, nonostante le risorse non siano moltissime. «Speriamo che con l’entrata in zona gialla non muti l’atteggiamento delle persone, che rimanga quella fame di teatro che ha contraddistinto la rinascita del teatro Misa di Arcevia».

Se la rinascita è ormai un dato di fatto grazie alle proposte del Comune di Arcevia co-firmate da Amat (Associazione Marchigiana attività Teatrali) e Atgtp (associazione Teatro Giovani Teatro Pirata) e sostenute da Ministero della Cultura, Regione Marche e CMS Consorzio Marche Spettacolo, il percorso avviato non deluderà di certo le aspettative.

Ad inaugurare il programma, sabato 8 gennaio alle ore 21 e domenica 9 gennaio alle ore 17, è “Segnale d’allarme – La mia battaglia VR”, opera teatrale di Elio Germano e Chiara Lagani che diventa un film in realtà virtuale, diretto da Elio Germano e Omar Rashid e per una produzione Gold/Infinito. “Segnale d’allarme” è la trasposizione in realtà virtuale de “La mia Battaglia”, un’opera – portata in scena da Elio Germano stesso – che parla alla e della nostra epoca. Lo spettacolo si potrà vedere grazie a supporti visivi, creati con Omar Rashid, fondatore del progetto multimediale Gold. Attraverso e grazie ai visori VR, gli spettatori sono portati a piccoli passi a confondere immaginario e reale, entrando nella narrazione grazie alla realtà virtuale, e assistono ad un monologo che sarà un crescendo e allo stesso tempo una caduta verso il grottesco.

Sabato 12 febbraio alle ore 21 va in scena “La donna più grassa del mondo” di Emanuele Aldrovandi (autore vincitore Premio Riccione/Tondelli, Premio Pirandello, Premio Fersen, Premio Hystrio), con la regia di Angela Ruozzi, le scene e i costumi di Alice Benazzi, le luci di Fabio Bozzetta. Luca Cattani, Alice Giroldini e Marco Maccieri interpretano i protagonisti di questa storia, nata dall’urgenza di riflettere sul problema della crisi ambientale determinata dal surriscaldamento globale che, nella scrittura di Aldrovandi, si allontana dalle questioni tecniche per concentrarsi e fare luce su quali siano le ragioni che rendono l’uomo contemporaneo così insaziabile e così avido di risorse. Una commedia raccontata attraverso la metafora della voracità alimentare della donna, simbolo dell’umanità, per una produzione del Centro Teatrale MaMiMò.

Roberto Ciufoli
Roberto Ciufoli

Giovedì 3 marzo ore 21 arriva al Teatro Misa “Tipi”, il recital “comico-antropologico” di Roberto Ciufoli che da cinque anni porta in giro per l’Italia questo spettacolo imprevedibile e molto divertente. L’attore, doppiatore, comico e regista teatrale romano – tra i volti tv più noti con il gruppo La Premiata Ditta – accompagna gli spettatori in un percorso esilarante che racconta le varie tipologie umane mostrando come una particolare caratteristica psicologica corrisponda ad un atteggiamento fisico ben preciso. Un vero “multi-one man live show” che spazia dallo sportivo all’indeciso, dal timido al supereroe e al danzatore. “Tipi” è un testo originale di Roberto Ciufoli, la regia è dello stesso Ciufoli, luci, elaborazioni sonore e vocalizzazioni di David Barittoni, produzione Teatro7 srl.

Liberamente ispirato all’omonimo racconto di Oscar Wilde è lo spettacolo “Il fantasma di Canterville”, di e con Angela De Gaetano, per la regia di Tonio De Nitto, in scena domenica 20 marzo alle ore 17. Le musiche originali sono di Paolo Coletta, voiceover Roberto Latini, scene Porziana Catalano, luci Davide Arsenio, costumi Lapi Lou, collaborazione al movimento Annamaria De Filippi, la produzione è di Factory Compagnia Transadriatica. Nello spettacolo, Virginia, la protagonista, ci conduce attraverso una storia ricca di humor e suspense, in cui razionalità e inquietudine si alternano, regalando momenti davvero spettrali tra le grigie mura del rinomato Castello di Canterville. Nella migliore tradizione delle ghost stories, il fantasma si palesa in un horror teatrale dalle atmosfere gotiche, un mosaico di paesaggi sinistri e personaggi non meno inquietanti.

Un momento dello spettacolo "Platino – un eccidio a Bolzano"
Un momento dello spettacolo “Platino – un eccidio a Bolzano”

La stagione di prosa del Teatro Misa si chiude con un evento fuori abbonamento, nel ricordo dell’eccidio di Monte Sant’Angelo, la strage nazifascista compiuta il 4 maggio 1944 sul Monte Sant’Angelo ad Arcevia, nella quale vennero uccisi 63 tra civili e partigiani italiani. Domenica 8 maggio alle ore 17, in collaborazione con Anpi, va in scena “Platino – un eccidio a Bolzano”, uno spettacolo con la drammaturgia e la regia di Dario Spadon, con Jacopo Cavallaro, Sabrina Fraternali e Dario Spadon per una produzione Cooperativa Teatrale Prometeo. Lo spettacolo ricorda un’altra strage nazifascista, alla fine del 1944; ventitré uomini (tra cui un partigiano originario di Arcevia) furono prelevati dal Lager di Bolzano, condotti nella Caserma “Francesco Mignone” e uccisi. Un’attrice-danzatrice e un attore-danzatore si muovono all’interno di una scena in continua trasformazione che rappresenta i luoghi dove i 23 uomini trascorsero le loro ultime vicende in vita, fra le quali un lungo tragitto nel Mar Adriatico a bordo del sommergibile Platino.

Gli spettacoli si svolgeranno nel rispetto delle normative vigenti in termini di distanziamento e misure di sicurezza. Green pass obbligatorio.

ABBONAMENTO [4 SPETTACOLI]
Abbonati a 4 spettacoli… 1 te lo regaliamo noi!
Platea e palchi centrali intero € 50 | ridotto* € 40
Palchi laterali intero € 40 | ridotto* € 30
*riduzione valida per under 25, over 65 e convenzionati vari
Gli abbonati alla stagione avranno l’ingresso omaggio allo spettacolo dell’8 maggio “PLATINO”.

BIGLIETTI (Spettacoli in abbonamento)
Platea e palchi centrali: intero € 15 – ridotto* € 12
Palchi laterali intero: intero € 12 – ridotto* € 10
*riduzione valida per under 25, over 65 e convenzionati vari

SPETTACOLO PLATINO. UN ECCIDIO A BOLZANO dell’8 maggio 2022
Posto Unico € 5

Biglietti in vendita da MERCOLEDì 23 DICEMBRE 2021 con le seguenti modalità:
ATGTP Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata, via Mazzoleni, 6/A Jesi (AN) Tel. 0731 56590 – 334.1684688 lun-ven dalle 9 alle 13 biglietteria@atgtp.it www.atgtp.it
AMAT/ Biglietterie del circuito Tel. 071 2072439 lun-ven dalle 10 alle 16. www.amatmarche.net
Prevendita on-line www.vivaticket.it
Biglietteria Teatro Misa cell. 334 1684688 il giorno dello spettacolo dalle ore 20.