Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Ricette innovative e con prodotti locali: il successo di Meet in Cucina Marche

Dieci tra i più grandi chef marchigiani hanno presentato i loro progetti e segreti tra i fornelli a un pubblico di oltre 700 persone e professionisti

Mauro Uliassi a Meet in Cucina Marche 2018
Mauro Uliassi a Meet in Cucina Marche 2018

SENIGALLIA – Ottimi numeri quelli riscontrati dalla seconda edizione di Meet in Cucina Marche, il nuovo format ideato dal giornalista Massimo Di Cintio, organizzato a Senigallia dall’associazione culturale Regionevolmente e dall’Unione Regionale Cuochi Marche. Quella andata in scena lunedì 22 ottobre è stata una giornata ricca di contenuti gastronomici presentati dai dieci più grandi chef delle Marche di fronte a una cornice di pubblico di oltre 700 persone.

Tra i temi sviluppati nell’arco della giornata al teatro La Fenice di Senigallia c’è quello della scoperta (o riscoperta?) e valorizzazione dei prodotti tipici locali. Durante gli show cooking dei più grandi esperti di cucina, infatti, sono state mostrate sia varie tecniche di cottura e preparazione degli alimenti, sia modalità innovative nell’abbinare i prodotti dop, igp e i vari presìdi Slow Food che il territorio delle Marche sa offrire.

Prima i saluti istituzionali dell’ideatore del format, Massimo Di Cintio, del presidente dell’Unione Regionale Cuochi Marche Luca Santini, del sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi, dell’assessore regionale all’Agricoltura Anna Casini e del direttore Confcommercio Marche Centrali Massimiliano Polacco; poi le relazioni e dimostrazioni dei dieci “big” della cucina marchigiana.

Errico Recanati
Errico Recanati

Alessandro Rapisarda (Numana) si è mosso tra mitili e vincisgrassi; Daniele Citeroni ha esaltato il funghetto della sua Offida, Mauro Uliassi ha incantato con il lardo di polpo e il rombo in potacchio, Nikita Sergeev (Porto San Giorgio) con la trota di Visso e le lenticchie di Castelluccio.

Moreno Cedroni
Moreno Cedroni

E ancora Stefano Ciotti (Pesaro) ha miscelato con sapienza il gusto del fegato con l’anice verde di Castigliano e salame di fichi, mentre la chiusura è stata affidata a Moreno Cedroni, recentemente insignito del titolo di ambasciatore dello stoccafisso di Norvegia 2018.

Oltre a questi prodotti tipici marchigiani, è stato esaltato l’utilizzo in cucina della mela rosa, del tartufo, degli oli Igp Marche, della patata dei Sibillini, del mosciolo di Portonovo e della cicerchia di Serra de’ Conti.

Nel foyer del teatro di Senigallia è stata poi allestita un’area espositori delle aziende partner di Meet in Cucina Marche 2018. All’evento hanno partecipato anche una selezione di allievi di tutti gli istituti alberghieri delle Marche, mentre alla gestione di alcuni servizi di accoglienza, di sala e di cucina hanno collaborato allievi e docenti dell’Istituto d’istruzione superiore “Alfredo Panzini” di Senigallia.