Senigallia

Senigallia, dal 4 ottobre riapre alle auto il ponte Angeli dell’8 dicembre 2018

Più vicina la possibilità per gli automobilisti di transitare sulla nuova infrastruttura: è ormai questione di pochi giorni

Il nuovo ponte Angeli dell'8 dicembre 2018 a Senigallia
Il nuovo ponte Angeli dell'8 dicembre 2018 a Senigallia

SENIGALLIA – Ancora un rinvio per l’apertura al traffico automobilistico di ponte Angeli dell’8 dicembre 2018. Dopo l’annuncio di voler riaprire l’infrastruttura entro settembre, ecco la nuova data: lunedì 4 ottobre, come affermato dall’assessore ai lavori pubblici e mobilità Nicola Regine. 

Stavolta a causare il rinvio è la presenza del mercato settimanale: era stata infatti ipotizzata la data di domani, 30 settembre, per il ritorno – non gradito a tutti – delle auto sul ponte, ma essendoci le bancarelle e il divieto di transito su via Portici Ercolani non avrebbe avuto senso.

Quindi tutto slitta a lunedì 4 ottobre, imprevisti permettendo. La decisione è arrivata ieri in giunta quando è stato fatto il punto della situazione. Da ultimare anche l’installazione della segnaletica: dopo mesi dall’inaugurazione del ponte finalmente i cartelli stradali renderanno noto a tutti come percorrere il ponte ex II Giugno e in quali fasce orarie.

Il ponte Angeli dell’8 dicembre 2018 sarà carrabile durante i feriali fino alle 16 e il sabato fino alle 14, per poi divenire pedonale fino alle 6 di mattina e nei festivi. Un utilizzo promiscuo, grazie ai dissuasori a scomparsa che cerca di accontentare un po’ tutti, sia coloro che chiedevano il ritorno delle auto – residenti e commercianti – sia coloro che invece chiedono da tempo di allargare la zona a traffico limitato per garantirsi un adeguato spazio e soprattutto la vivibilità della città storica.

Ti potrebbero interessare

Dal Porto al Passetto, settanta Porsche attraversano Ancona

La città invasa da porschisti provenienti da tutto il Centro Italia. Il presidente del Club Passione Marche: «Non è così impegnativo avere una Porsche, oggi. Costi e consumi? In linea con le altre auto, ma è un investimento sicuro». Ecco l’itinerario