In arrivo dalla Regione fondi per la strada provinciale Arceviese

Appare ora più chiaro il destino della strada provinciale che collega Senigallia, Ostra, Ostra Vetere, Barbara, Serra de' Conti, Arcevia e Sassoferrato con la provincia di Perugia

Una delle tante frane che si sono susseguite negli anni lungo la sp 360 Arceviese
Una delle tante frane che si sono susseguite negli anni lungo la sp 360 Arceviese

SENIGALLIA – Fondi in arrivo per la strada provinciale Arceviese, la direttrice che dalla costa senigalliese porta fino alle città di Scheggia e Gubbio (Pg). Il tratto marchigiano, in precedenza a carico della Provincia di Ancona e dell’Anas, è passato da tempo alla Regione Marche che ha annunciato una serie di interventi sul patrimonio viario in cui è compresa anche la sp. 360.

Ex strada statale che attraversa i comuni marchigiani di Senigallia, Ostra, Ostra Vetere, Barbara, Serra de’ Conti, Arcevia e Sassoferrato per congiungerli con la provincia di Perugia, il destino della sp Arceviese è rimasto incerto fino a poco tempo fa: prima era stata inserita nell’elenco di strade “di interesse nazionale”, la cui competenza è dell’Anas, poi ne era stata esclusa, sollevando un certo dibattito tra i sindaci dei vari comuni interessati, così come in Provincia e Regione, dove il consigliere Giancarli aveva chiesto alla Giunta di intervenire verso la presidenza del Consiglio dei ministri.

Ora nel futuro dell’arteria di oltre 60 km (solo quelli marchigiani, dei circa 70 totali) e negli altri 260 km di strade regionali c’è un investimento da parte di palazzo Raffaello di 24 milioni di euro per finanziare il Piano triennale 2019-2021 di manutenzione straordinaria.

Asfalto malridotto lungo la sp 360 Arceviese nella zona di Borgo Emilio (Arcevia)
Asfalto malridotto lungo la sp 360 Arceviese nella zona di Borgo Emilio (Arcevia)

Una notizia positiva anche se di carattere straordinario: oltre al rifacimento della pavimentazione stradale compromessa, visibile soprattutto nel tratto del Comune di Arcevia dove le frane hanno compromesso numerosi pezzi creando pericolosi dossi, verrà anche migliorata la questione della sicurezza con nuove barriere, segnaletica e illuminazione.