Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Aggredisce la madre per soldi e si barrica in casa, arrestato 46enne di Montemarciano

I carabinieri del Comando Provinciale di Ancona hanno fatto irruzione nell’abitazione. L'uomo senza lavoro aveva maturato problemi psichici ma non era in cura. Sul posto anche un negoziatore

SENIGALLIA – Sottrae 30mila euro alla madre di 80 anni e poi si barrica in casa minacciando di uccidere chiunque. Arrestato 46enne disoccupato. L’episodio è avvenuto a Marina di Montemarciano lungo la statale adriatica Ss 16. L’uomo senza lavoro aveva maturato problemi psichici ma non era in cura. Sul posto anche un negoziatore.

L’uomo nella serata di ieri, lunedì 16 dicembre, ha aggredito fisicamente la madre, una donna di 80 anni di origine abruzzese, e le ha sottratto 30mila euro che lei custodiva nella sua camera da letto.

Subito l’anziana ha chiamato i carabinieri e una gazzella della Radiomobile è giunta sul posto. Presente anche una volante del Commissariato. L’uomo, molto agitato, alla vista dei militari ha pronunciato offese e insulti nei loro confronti, minacciando di uccidere chiunque si fosse presentato e mostrando anche una pistola. Sul posto anche un negoziatore e agenti del commissariato cittadino.

Poi si è barricato in casa e non ha risposto alle numerose chiamate dei militari fino alle 2 circa di questa notte (martedì 17 dicembre), quando si è affacciato alla finestra e ha espresso nuove minacce.

A quel punto i carabinieri del Comando Provinciale di Ancona hanno fatto irruzione nell’abitazione. Il 46enne si era armato con un martello da carpentiere col quale ha cercato di difendersi. Ma i militari sono comunque riusciti a disarmarlo e a bloccarlo. È stato quindi condotto all’ospedale di Ancona dove è stato sottoposto a Tso (Trattamento sanitario obbligatorio) e ricoverato nel reparto di Psichiatria, in quanto sono stati riscontrati gravi disturbi psichici.

All’interno dell’abitazione i militari hanno rinvenuto 31.500 euro in contanti, nascosti nell’armadio della camera da letto dall’uomo, 2 pistole a salve prive di tappo rosso, 31 cartucce a salve, un coltello da pesca modificato a pugnale di lunghezza pari a cm 28, due martelli da carpentiere e un’ascia, tutto sottoposto a sequestro.

L’uomo è stato tratto in arresto per rapina e resistenza a pubblico ufficiale, ed il magistrato ha disposto l’immediata liberazione per motivi sanitari.