Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Una raccolta fondi per un’ambulanza covid alla Croce Rossa di Senigallia

Avviata un'iniziativa dal comitato Cri cittadino che intende acquistare un mezzo attrezzato per gestire l'emergenza sanitaria, con l'innovativo sistema a "pressione negativa"

La Croce Rossa di Senigallia in prima linea nell'emergenza covid-19
La Croce Rossa di Senigallia in prima linea nell'emergenza covid-19

SENIGALLIA – L’emergenza pandemica non accenna a mollare la presa sul nostro paese mettendo in difficoltà il sistemare sanitario ma anche gli operatori legati al trasporto dei pazienti affetti o sospetti di avere contratto il covid. Ecco perché la Croce Rossa di Senigallia ha voluto dare il via a un’iniziativa per poter garantire più sicurezza ai volontari che intervengono nei servizi di 118 tramite l’acquisto di una nuova ambulanza dotata di un innovativo sistema.

«Il primo fronte della lotta alla pandemia è rappresentato dall’intervento di emergenza (118) – spiegano il presidente della Croce Rossa di Senigallia Andrea Marconi e il volontario Giancarlo Nori – presso strutture, enti, abitazioni, in soccorso ai soggetti che ne sono colpiti. In questi casi è essenziale che le prime cure vengano prestate tempestivamente dal personale in ambulanza, che deve essere tutelato così come i pazienti, adeguando i mezzi di soccorso con specifiche dotazioni e sistemi tecnologici».

Proprio per garantire la massima efficienza e sicurezza fin dalle prime fasi dell’intervento, sia al paziente che al personale, il comitato della Croce Rossa di Senigallia ha avviato una raccolta fondi per poter procedere all’acquisizione di una nuova ambulanza, attrezzata per rispondere al meglio a queste nuove esigenze operative legate alla pandemia da covid.

Si tratta di un mezzo di concezione innovativa, dotato di un sistema a “pressione negativa”che permette il trattamento e lo spostamento dei pazienti verso gli ospedali e i pronto soccorso, nella massima sicurezza, sia per i pazienti che per gli operatori. «Questa nuova tecnologia – spiegano ancora i due referenti della Croce Rossa di Senigallia – consente di creare nel vano sanitario una pressione inferiore rispetto a quella atmosferica dell’ambiente esterno. Inoltre, il sistema immette costantemente aria sanificata nel vano sanitario, che viene di nuovo trattata prima dell’espulsione all’esterno, generando un flusso di aria in costante avvicendamento con alto numero di ricambi. In caso di trasferimento di una persona con sospetta patologia infettiva, il processo di trattamento dell’aria riduce l’inquinamento batteriologico e minimizza il rischio di inalazione di agenti patogeni da parte del paziente e del personale a bordo».

L’acquisto di questa nuova ambulanza covid, così importante per gestire questa fase critica della pandemia, comporta però un ingente investimento economico, che la Croce Rossa di Senigallia non riesce ad affrontare autonomamente. Per questo è stata promossa una raccolta fondi sul territorio (tutte le INFO sul sito crisenigallia.it), rivolgendosi a privati e aziende, per sostenere quest’iniziativa che avrà, per la comunità senigalliese e non solo, una forte ricaduta positiva nella quotidiana lotta contro la diffusione del Covid-19.