Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

A scuola di protezione civile: esercitazione anti alluvione a Senigallia

Test di tutta la macchina di soccorso e delle varie associazioni quella organizzata a Borgo Bicchia. La frazione fu tra le più colpite dall'esondazione del fiume Misa nel 2014

Incontro e aggiornamento per la protezione civile a Senigallia
Incontro e aggiornamento per la protezione civile a Senigallia

SENIGALLIA – Esercitazione di protezione civile quella che andrà “in scena” sabato 21 maggio dalle ore 8.00 alle ore 13.30 presso il quartiere Borgo Bicchia, lungo il fiume Misa e presso l’uscita della darsena. Si tratta di una fase molto importante per la città perché ha lo scopo di testare il Piano comunale di emergenza per rischio idraulico in una porzione definita del territorio comunale (Borgo Bicchia) e la capacità dei soggetti deputati alla gestione delle emergenze, di operare in modo coordinato.

L’importante esercitazione vedrà attivarsi tutte le procedure in capo alla protezione civile comunale attraverso la sala operativa deputata che avrà il compito di mantenere e permettere le comunicazioni tra le varie forze in campo e con gli altri enti preposti alla gestione dell’emergenza: la Prefettura di Ancona e la Regione Marche. A partire dalle ore 8 di domani sarà simulata l’apertura del Centro operativo comunale (Coc) presso la sede istituzionale di viale Leopardi e i cittadini vedranno operare un ingente numero di volontari appartenenti alle diverse associazioni di Protezione civile, gruppo comunale “Città di Senigallia”, i Falchi della Rovere, la Società nazionale salvamento, Cngei, la Croce rossa italiana, i vigili del fuoco e la Guardia Costiera, ognuno con i propri mezzi e squadre specializzate. Sarà simulata anche l’attivazione della funzione sanitaria del Coc, presente effettivamente in sede che testerà le proprie procedure rivolte alle persone più fragili.

Con l’esercitazione saranno testate anche le funzioni comunicative e informative della complessa macchina cittadina nei confronti della popolazione: quattro squadre di Volontari di Protezione Civile appartenenti a gruppi diversi, saranno presenti lungo le vie mettendosi a disposizione dei cittadini per informazioni, ausilio alla registrazione al servizio di messaggistica comunale, raccolta delle criticità e dei dati del borgo. Sarà l’occasione per mappare le caratteristiche del Borgo e mettersi a disposizione per informare i cittadini sui comportamenti corretti da tenere in caso di rischio alluvione, e un nuovo invito a registrarsi al servizio di messaggistica fornito gratuitamente dal comune attraverso il sito di Protezione Civile, un sistema importantissimo per rimanere aggiornati durante le emergenza, al quale si invitano a registrarsi tutti i cittadini di Senigallia (www.protezionecivilesenigallia.it).

«Si tratta di un momento estremamente importante non solo per la struttura di protezione civile e per gli enti coinvolti ma per tutta la popolazione – ha spiegato il sindaco di Senigallia Massimo Olivetti – per testare la capacità reattiva e l’organizzazione in caso di eventi calamitosi». Nel caso specifico di Senigallia, alluvioni e terremoti. «L’esercitazione è un’importante occasione di confronto e verifica delle rispettive procedure di emergenza e dell’efficacia dei flussi comunicativi tra tutti gli attori coinvolti ha fatto eco Barbara Rotatori, responsabile di protezione civile del Comune di Senigallia».