Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Prosa, danza, musical ed eventi speciali: presentata la stagione teatrale 2018-2019 di Senigallia

Michele Placido, Simone Cristicchi, Ornella Muti, Massimo Ghini e David Anzalone sono solo alcuni dei nomi protagonisti della nuova serie di spettacoli proposta da Comune, Amat e Compagnia della Rancia

Lo spettacolo Aggiungi un posto a tavola, nella foto di Tommaso Lepera
Lo spettacolo Aggiungi un posto a tavola, nella foto di Tommaso Lepera

SENIGALLIA – Un teatro sempre affollato, spettacoli di qualità sia di prosa, che di danza, musical ed eventi speciali, ma soprattutto una sinergia che porta bene alla città. Questi gli ingredienti delle precedenti ma soprattutto della nuova stagione teatrale 2018/2019 che partirà il prossimo autunno.

Una stagione che mischia bene i vari spettacoli, come spiegato da Gilberto Santini dell’Amat che da anni è partner del Comune di Senigallia assieme alla Compagnia della Rancia. Partner che stanno ottenendo un risultato straordinario, quello di avvicinare le persone al teatro. Sono circa 12.500 le persone che nella scorsa stagione hanno riempito la sala del teatro La Fenice e della Rotonda a mare (per quanto riguarda gli spettacoli di danza), mentre sono saliti a 572 gli abbonamenti.

«Numeri fino a pochi anni fa decisamente impensabili – ha detto il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi – ma questo partenariato è riuscito a dare risultati sorprendenti. Il teatro La Fenice è ormai un punto di riferimento nel panorama culturale regionale e non solo, un successo non scontato di questi tempi».

Due i percorsi, quello della prosa e del musical con 6 spettacoli e quello della danza con 4 proposte. Al loro fianco due eventi speciali per completare l’offerta di un programma che si snoda da novembre 2018 ad aprile 2019.

La stagione prenderà il via il prossimo 17 e 18 novembre con l’esclusiva regionale di “Aggiungi un posto a tavola” per il consueto appuntamento con il teatro musicale. Successo planetario, la commedia musicale di Garinei e Giovannini, scritta con Jaja Fiastri e con le musiche di Armando Trovajoli, è diretta da Gianluca Guidi (anche protagonista nel ruolo di Don Silvestro) su regia originale di Pietro Garinei e Sandro Giovannini.

Michele Placido
Michele Placido

Il 4 dicembre si prosegue con un grande classico interpretato da Michele Placido, che troviamo anche in veste di regista di “Sei personaggi in cerca d’autore”. Nell’adattamento di Placido, basato su fatti di cronaca contemporanea, i personaggi di Pirandello si trasformano in creature moderne con tutte le fragilità da cui l’autore stesso vuol prendere le distanze.

Lo spettacolo Copenaghen nella foto di Marco Caselli
Lo spettacolo Copenaghen nella foto di Marco Caselli

Il 16 gennaio 2019 è la volta di “Copenaghen”, di Michael Frayn, ormai un classico del teatro contemporaneo grazie a tre maestri della scena teatrale italiana come Umberto Orsini, Massimo Popolizio e Giuliana Lojodice. Adatto a un pubblico trasversale, racconta dell’incontro, avvenuto appunto a Copenaghen nel lontano 1941, tra i fisici Niels Bohr e Werner Heisenberg e il loro dibattito circa l’utilizzo dell’energia nucleare a fini bellici e le questioni etiche connesse.
Con “La Governante” di Vitaliano Brancati, si rifletterà il 29 gennaio 2019 sull’etica e sulla responsabilità individuale: un testo del 1952 che ancora oggi mantiene, seppur per motivi differenti, la sua carica eversiva. Sul palco Ornella Muti ed Enrico Guarneri, diretti da Guglielmo Ferro.
Il leggendario film di Dino Risi con Totò e Nino Manfredi rivive a teatro il 22 febbraio con lo spettacolo “Operazione San Gennaro, la leggenda”, con Massimo Ghini, che è anche autore del testo con Stefano Reali e regista. Commedia incredibilmente divertente e intelligente che cattura Napoli nella sua straordinaria vivacità, con le sue luci e le sue ombre, la sua storia e le affascinanti contraddizioni.

La presentazione della stagione teatrale 2018/2019 del Teatro La Fenice di Senigallia
La presentazione della stagione teatrale 2018/2019 del Teatro La Fenice di Senigallia

Gli spettacoli dell’abbonamento di prosa si concludono il 15 marzo con Gaia De Laurentiis e Ugo Dighero protagonisti de “L’inquilina del piano di sopra”, un classico della comicità di Pierre Chesnot diretto da Stefano Artissunch.

Al cartellone di prosa si affianca quello della danza, ospitato anche nella suggestiva cornice della Rotonda a Mare, con un programma che abbraccia il meglio dello stile contemporaneo e le proposte di ricerca.
I solisti della Daniele Cipriani Entertainment il 30 novembre portano sul palcoscenico del teatro La Fenice “Mediterranea”, la coreografia più rappresentata nel mondo di Mauro Bigonzetti. Una vera circumnavigazione del Mediterraneo, attraverso la musica delle culture che vi si affacciano e che fanno viaggiare lo spettatore nello spazio e nel tempo, dove la danza è il simbolo di unione tra le diverse culture.
Il 7 febbraio è la volta della David Parsons Dance Company, la compagnia americana amata dal pubblico per la sua danza atletica e affermata sulla scena internazionale grazie a veri e propri “cult” della danza mondiale.

Anticorpi Explo
Anticorpi Explo

Due gli appuntamenti con la danza alla Rotonda a Mare: il 22 marzo una serata energica e dal sapore creativo con “Anticorpi Explo”, alcune delle più interessanti e originali performance emerse dalla vetrina della giovane danza d’autore, e, per concludere, il 13 aprile, con “Sotto a chi danza”, una serata dedicata alle performance di giovani artisti marchigiani che alla Rotonda a mare presenteranno in formato breve i propri lavori.

Esodo, lo spettacolo con Simone Cristicchi
Esodo, lo spettacolo con Simone Cristicchi

Fuori abbonamento sono le due proposte “speciali”: mercoledì 6 febbraio, Simone Cristicchi sarà interprete di “Esodo – racconto per voce, parole e immagini”, evento promosso dal Consiglio Regionale delle Marche per le celebrazioni del “Giorno del Ricordo 2019”. Un sublime esempio di come il teatro riesca ad unire perfettamente ritmo, storia narrata e musica per una lezione di stile e memoria su una pagina dolorosa della storia d’Italia.
A seguire, dal 12 al 17 febbraio, il Teatro ospiterà la residenza di allestimento e la prima nazionale di “Underground Opera”, con David Anzalone – che ne firma anche il soggetto – prodotto da Centro Teatrale Senigalliese in coproduzione con il Comune di Senigallia, e la regia e drammaturgia di Carlo Boso. Una rilettura contemporanea di un classico per riflettere sull’andamento della società attuale e, tramite le risate, esorcizzare le paure del presente.

Info e abbonamenti (dall’8 giugno al 17 novembre): www.fenicesenigallia.it – 071 7930842 – 335 1776042 (lun – ven ore 9-13).