Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Tutto pronto per il grande evento “Vivere con uguaglianza” promosso dalle consulte di Senigallia

Appuntamento con i responsabili dei sei organismi senigalliesi che promuovono il volontariato e l'impegno sociale attraverso specifici progetti e manifestazioni

La presentazione del progetto delle sei consulte di Senigallia "Vivere con…"
La presentazione del progetto delle sei consulte di Senigallia "Vivere con…"

SENIGALLIA – Seconda edizione di “Vivere con…“, la manifestazione promossa dalle sei consulte cittadine – cultura, gemellaggi, giovani, immigrati, sport e volontariato – per riflettere sui valori dello stare assieme. Quella che si terrà il prossimo venerdì 27 aprile al teatro “La Fenice” con inizio alle ore 21 sarà una serata all’insegna dell’uguaglianza, il tema cioè scelto per quest’anno.

Tema per sottolineare con forza uno dei principi più importanti di una comunità, della socialità, del vivere assieme. Diversi i modi e i registri che verranno utilizzati dai componenti delle varie consulte e dagli istituti scolastici senigalliesi per sviluppare il tema dell’uguaglianza, ovviamente con al centro i giovani. Si passerà dalla forma teatrale con l’istituto “Corinaldesi”, alla danza con “Panzini”, “Perticari” e “Medi”, fino alla moda con una sfilata decisamente particolare proposta dal “Padovano”. Alcuni studenti degli stessi istituti arricchiranno la serata con brevi brani costituzionali di diversi Paesi del mondo, per celebrare i 70 anni della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e della Costituzione della Repubblica Italiana.

Anche la musica avrà il suo ruolo durante la serata condotta da Fabio Girolimetti: sono infatti in programma le esibizioni del maestro Federico Mondelci, che sarà accompagnato dall’orchestra di sassofoni del Conservatorio “Rossini” di Pesaro, e della Big Band della scuola di musica “Bettino Padovano” diretta da Samuele Garofoli, a cui anche in questa occasione dell’evento delle sei consulte sarà riservato il gran finale della serata.

L’iniziativa (qui la prima edizione) ha il patrocinio del Comune di Senigallia ed è sostenuta dalla Fondazione Città di Senigallia. Proprio il primo cittadino Maurizio Mangialardi ha espresso parole di apprezzamento per il lavoro svolto da chi quotidianamente lavora per costruire il valore di comunità, quel “noi” molto spesso citato ma sempre meno in voga in una società individualista.
«Oggi il volontariato – ha detto – rappresenta una componente importante della nostra vita sociale e soprattutto una forza capace di riaggregare una società frantumata dagli egoismi. Con questa festa, possiamo dimostrare che è possibile lavorare e stare insieme su principi solidi per creare qualcosa di grande e bello per tutti».

Alla serata – l’ingresso è libero – parteciperà anche il presidente della Fondazione Città di Senigallia, Michelangelo Guzzonato. Un momento atteso da tempo anche dai vari referenti delle consulte che, con grande passione, stanno lavorando all’organizzazione dell’evento: Remo Morpurgo per la consulta della cultura; Elisabetta Paolozzi e Gianna Prapotnich per quella dei gemellaggi e relazioni Europee; Mohamed Malih ed Elena Niculae per la consulta degli immigrati; Domenico Ubaldi per lo sport; Anna Magi e Vania Bucci per il volontariato, fino a Tommaso Conti, recentemente eletto presidente della consulta dei giovani.