Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Promozione turistica unica tra l’unione dei comuni Misa-Nevola e Le Terre della Marca Senone

Principi scrive a Perticaroli per la costituzione di un tavolo di lavoro permanente e la messa in rete delle risorse in un sistema integrato

Corinaldo, veduta aerea,paesaggio, borgo
Corinaldo (foto dal sito comunale Corinaldoturismo.it)

CORINALDO – Aprire un tavolo di lavoro e confronto permanente per la promozione turistica comune dell’intera vallata. Questo è quanto si augura il sindaco di Corinaldo e presidente dell’unione dei Comuni “Misa-Nevola”, Matteo Principi, che ha scritto una lettera al sindaco di Arcevia nonché presidente dell’unione dei comuni “Le Terre della Marca Senone” Dario Perticaroli. C’è modo di agire insieme per una strategia territoriale, ma serve anche la volontà politica.

Da qui nasce l’idea di Principi che ha avanzato la proposta di apertura di un tavolo di lavoro permanente al fine di coordinare al meglio le iniziative che interessano prioritariamente i settori della promozione turistica e della valorizzazione culturale, ma anche gli altri importanti ambiti di intervento degli enti locali. Una promozione turistica territoriale, un’offerta complessiva di cui si è tanto parlato negli anni scorsi ma con scarsi risultati o qualche piccola iniziativa spot.

«Le nostre due Unioni – spiega il presidente dell’unione dei comuni “Misa-Nevola”, Matteo Principi – coprono un’area geografica che, da un punto di vista turistico-culturale e nella percezione comune, non conosce confini e cesure, con un territorio che va dalla costa all’entroterra, ricco di luoghi di interesse artistico, storico, culturale, rappresentato da tanti musei, biblioteche, teatri ed attrazioni turistiche».

Per valorizzare l’intero territorio vallivo come una vera e propria destinazione turistica unitaria, servirebbe quindi la costituzione di un tavolo di lavoro permanente, la messa in rete delle risorse in un sistema integrato, una strategia e una conseguente pianificazione turistica unica. 

«Sarebbe un’iniziativa da concretizzare nell’immediato, così da poter subito portare avanti un primo progetto comune, come ad esempio la realizzazione del portale turistico del territorio su cui si è iniziato a ragionare già dall’anno scorso». Un primo passo per arrivare alla convenzione tra le due unioni dei comuni del servizio turismo di cui si sta già parlando.