Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Project financing della Uisp per gli impianti sportivi alle Saline, Senigallia Bene Comune insorge

Partito Democratico e giunta nel mirino di Sartini (Sbc): «Qualcuno deve spiegare alla città dove sarebbe la convenienza per il comune di dare in gestione le strutture a queste condizioni»

Impianti sportivi: la piscina comunale alle Saline di Senigallia
Impianti sportivi: la piscina comunale alle Saline di Senigallia

SENIGALLIA – Senza numeri, il progetto di finanza per la gestione della cittadella dello sport delle Saline rischia di non essere compreso. Perciò, Senigallia Bene Comune ne fornisce alcuni che danno l’idea della proporzione dell’interesse pubblico e di quello privati nella riqualificazione e nella gestione degli impianti sportivi senigalliesi situati nell’omonimo quartiere.

Il project financing presentato dalla Uisp nel 2016, 2017 e nel 2018 mette in conto una serie di lavori di ristrutturazione degli impianti della piscina comunale, del centro tennistico e dei locali adibiti a spogliatoi alle Saline.

Per quanto riguarda l’intervento 1 (piscina) si stimano circa 50.000 euro di lavori, che salgono a 420 mila per il secondo intervento su campi da tennis, impianti elettrici e sottoservizi, mentre altri 228 mila euro circa riguardano il corpo spogliatoi. Totale del progetto è un investimento da quasi 700 mila euro. A cui vanno aggiunti poi gli oneri per le pratiche, per le perizie, per le indagini, per gli imprevisti (ben 34.900 euro di imprevisti messi in conto), altre spese e iva fino a raggiungere la cifra di 930 mila euro (con garanzia fideiussoria rilasciata dalla BCC Ostra e Morro d’Alba).
L’ultimo di questi progetti presentati dalla Uisp di via Tevere sugli impianti delle Saline è stato approvato dalla Giunta comunale senigalliese con delibera n. 70 del 17/04/2018.

Impianti sportivi: i campi da tennis alle Saline di Senigallia
Impianti sportivi: i campi da tennis alle Saline di Senigallia

Sul tema era poi intervenuto il Partito Democratico locale elogiando la forma di partenariato che si andava a costituire a vantaggio dell’interesse pubblico. «Sul comunicato targato Partito Democratico strapieno di paroloni ma vuoto di contenuti, è doveroso che i cittadini ricevano chiarimenti sui numeri dell’affaire Centro Sportivo Saline – si legge in una nota stampa di Sbc. Il comunicato del Pd è del tutto privo di cifre, pur parlandosi di strutture pubbliche e quindi di denari di tutti i senigalliesi, ecco i dati reali. Le spese previste dal progetto di finanza per la cittadella dello sport ammontano a circa 930.068,60 euro, somma prevista per realizzare gli interventi di miglioramento delle strutture, la progettazione, la direzione lavori e per le somme a disposizione. Il contributo pubblico da parte dell’Amministrazione Comunale di 265.000 euro/anno (più IVA) che moltiplicato per i 12 anni di gestione previsti dal “Progetto di Finanza” dà un totale di 3.180.000 euro (più IVA). Pertanto il contributo dell’Amministrazione Comunale di Senigallia non rientra nel Progetto di Finanza per un massimo del 49% (come previsto per legge) ma per ben il 342%».

Insomma, secondo Senigallia Bene Comune, l’amministrazione comunale dovrebbe sganciare in 12 anni alla U.I.S.P. ben oltre 2,2 milioni di euro a fronte di un valore della concessione pari a 8,8 milioni di euro. «Qualcuno deve spiegare alla Città dove sarebbe la convenienza per il Comune di dare in gestione le strutture a queste condizioni».