I primi 70 anni di vita dell’Avis di Arcevia: compleanno, pranzo sociale e video promozionale

La presidente Stefania Aguzzi soddisfatta delle iniziative messe in campo nell'anniversario della sezione

ARCEVIA – Compleanno speciale ad Arcevia per i primi 70 anni di vita della sezione Avis. E nell’anno delle 90 candeline per quanto riguarda l’Avis nazionale. Sabato 16 dicembre, al centro culturale S. Francesco, si terrà un evento organizzato per l’occasione volta non solo a celebrare la ricorrenza ma anche a suggellare un anno fatto di attività culturali, studi, ricerche, nuove campagne promozionali.

«Iniziative che – spiega la presidente dell’Avis Arcevia Stefania Aguzzi, in carica fino al 2019 – sono andate ad aggiungersi al lavoro quotidiano, costante e necessario per restare in linea con gli obiettivi programmatici di sistema finalizzati al mantenimento dell’autosufficienza ematica e al ricambio generazionale dei donatori».

Per questo motivo si è deciso di partire dalla scuola con iniziative realizzate nelle scuole presenti nel territorio comunale, per proseguire con le celebrazioni ufficiali, senza dimenticare sport e cultura.

«Possiamo dire che tantissime persone a vario titolo si sono idealmente unite, diventando attrici e attori più o meno consapevoli, e da questa unione è nato il video “AVIS Arcevia… 70 anni insieme” realizzato dal Centro Audiovisivo distrettuale da un’idea dell’AVIS e con la regia di Volfango Santinelli per raccontare la nascita e la crescita dell’AVIS in Italia e in Arcevia, con tutte le iniziative che da maggio ad oggi la comunità arceviese è riuscita a fare insieme». Dalla giornata “Voglia di donare” organizzata a maggio dagli studenti dell’Ipsia Padovano di Arcevia alle poesie vincitrici del I concorso “Parole in versi diversi” che ha visto coinvolte le scuole primarie di Arcevia, Montecarotto e Serra de’ Conti. E poi cortei, cerimonie pubbliche, premiazioni, presentazione di alcuni libri, le recite al Teatro Misa, la mostra “L’illusione dell’infinito – Enio D’Incecco: retrospettiva artistica” oltre a spiegare l’efficienza del centro di raccolta sangue di Arcevia presso l’ospedale di comunità, dove si effettuano dalle 150 alle 200 donazioni delle oltre 450 annue.

«Il video, oltre a voler essere un invito a donare sangue o, comunque, a fare qualcosa per gli altri, vuole anche dimostrare che insieme si possono fare grandi cose e che non è poi così difficile unire diverse forze con gioia, entusiasmo, creatività e passione» conclude la presidente dell’Avis Stefania Aguzzi.

Per l’occasione, il video sarà mostrato a tutti in due proiezioni, sabato 16 dicembre, alle ore 16:30 e 18, mentre il giorno successivo ci sarà il pranzo di natale aperto ai tutti, donatori e non, che quest’anno l’AVIS Arcevia ha voluto organizzare in collaborazione con la cooperativa “Casa della Gioventù” onlus.